App per chiamate anonime

In Chiamate anonime 30 views

Di tanto in tanto ricevi delle chiamate fatte con il numero privato, la cosa ti infastidisce non poco e vorresti dunque evitare il verificarsi di queste situazioni ricorrendo all’uso di qualche apposita applicazione? Detto, fatto. Se mi concedi qualche minuto dl tuo prezioso tempo libero posso infatti indicarti tutte quelle che a mio modesto avviso rappresentano le migliori app per chiamate anonime attualmente presenti sulla piazza.

Che tu possegga uno smartphone Android oppure un iPhone poco importa, di applicazioni di questo tipo ce ne sono sia per una piattaforma che per l’altra. Insieme andremo a fare la conoscenza di risorse pensate in maniera specifica per scoprire la numerazione di chi sta provando a chiamarti con lo sconosciuto ma anche di app utili per evitare la ricezione di questo tipo di telefonate. In riferimento al primo caso, per completezza d’informazione provvederò anche ad indicarti qualche applicazione utile per risalire alla reale identità del chiamante e metterti dunque in condizione di scegliere, in futuro, se rispondere effettivamente alle telefonate ricevute con il privato oppure no.

Ora però basta chiacchierare e mettiamoci all’opera. Prendi qualche istante tutto per te, mettiti bello comodo, afferra il tuo cellulare e scarica le app che ritieni possano fare maggiormente al caso tuo tra quelle che trovi elencate qui sotto. Buona lettura e, ovviamente, buon download!

Whooming (Android/iOS)

App per chiamate anonime

La prima tra le app per chiamate anonime che voglio consigliarti di usare è Whooming, praticamente quella che viene considerata dai più come la numero uno della categoria e che permette, tramite deviazione di chiamata, di identificare il numero telefonico di chi chiama con il privato. È disponibile per Android e per iOS, è facilissima da usare e si scarica gratis (ma per fruire di alcune funzioni occorre pagare, come ti spigherò più avanti).

Per servirtene, scarica, istalla ed avvia l’app dopodiché crea un account pigiando sul bottone Registrati nella schermata iniziale di Whooming e scegli se registrati utilizzando il tuo indirizzo di posta elettronica oppure l’account Facebook cliccando sul relativo pulsante e fornendo le info richieste.

Una volta effettuata la registrazione ed eseguito l’accesso all’app, segui la procedura guidata per la configurazione della deviazione di chiamata che ti viene proposta pigiando su Aggiungi numero e su Prosegui ed indicando poi la nazione del gestore, il gestore telefonico di riferimento ed il tuo numero di telefono negli appositi campi. Successivamente apponi il segno di spunta sulla casella accanto alla dicitura Ho letto e accetto i termini del servizio e pigia ancora sul pulsante Prosegui.

Adesso, devi scegliere il tipo di deviazione da impostare. Le opzioni possibili sono due: Deviazione su occupato (sarai tu a scegliere quali chiamate deviare verso Whooming provvedendo a rifiutarle alla loro ricezione) oppure Deviazione totale (la deviazione viene effettuata in maniera automatica e completa, da scegliere solo in caso di chiamante anonime ripetute).

Una volta fatta la tua scelta, chiama il numero che trovi indicato in basso (**67*0694802015# per deviazione su occupato o **21*0694802015#per deviazione totale), attendi il messaggio di conferma dell’attivazione della deviazione di chiamata, torna nella schermata di Whooming e tappa su Prosegui.

Per concludere, devi autochiamarti in modo tale da poter permettere a Whooming di verificare che il numero da registrare sia effettivamente in tuo possesso oltre che per verificare la buona riuscita della configurazione. Se la procedura è andata a buon fine, aprendo la app di Whooming dovresti visualizzare il messaggio Hai configurato correttamente il tuo telefono per poter funzionare con Whooming. Tieni presente che se sei cliente Tre l’autochiamata potrebbe non funzionare ed in tal caso per completare la configurazione dovrai chiamarti da un altro numero e rifiutare la telefonata.

Compiuto anche lo step di cui sopra puoi finalmente dirti soddisfatto: hai configurato Whooming e puoi iniziare a servirtene. Quando riceverai dunque una chiamata con numero sconosciuto non dovrai far altro che rifiutarla ed aprire l’applicazione del servizio. Nella schermata principale sarà visibile il numero telefonico di chi ti ha chiamato in modalità anonimo. In caso di deviazione totale il numero telefonico di chi ti ha chiamato sarà direttamente visibile senza che tu debba fare nulla.

Tieni però presente che i numeri riportati non saranno completamente visibili: per visualizzare il numero per intero dovrai attendere 24 ore dal ricevimento della chiamata anonima o effettuare una ricarica Whooming tappando sul bottone con le tre linee in orizzontale che si trova in alto a destra nella schermata dell’app, selezionando la voce Ricarica e scegliendo il taglio desiderato.

Nota: Prima di usare il servizio, ti suggerisco di verificare di avere almeno 1 euro di credito residuo sulla tua scheda. Whoming, come già detto, è gratis (nella sua forma base) ma la configurazione della deviazione di chiamata necessita che il credito telefonico non sia esaurito (anche se è anch’esso un servizio a costo zero).

WoozThat (Android/iOS)

Un’altra app per chiamate anonime che ti invito a provare e che puoi utilizzare in alternativa a Whooming in quanto funzionante in maniera pressoché analoga è WoozThat. Consente infatti idi identificare le chiamate in entrata fatte con l’anonimo rivelando all’utente il numero del chiamate sfruttando la tecnica dell’inoltro di chiamata. Il download e l’utilizzo sono gratis, consente di conoscere all’istante la reale identità di chi chiama ed è disponibile sia per Android e per iOS.

Per usare l’applicazione, scarica, installata ed avvia WoozThat sul tuo smartphone dopodiché concedi all’app il permesso di inviarti le notifiche (se richiesto), segui il tutorial introduttivo che ti viene proposto e digita il tuo numero di telefono nel campo a schermo. Fatto ciò, nel giro di pochi istanti ricevere una chiamata da parte del servizio. Su Android verrà riattaccata in maniera automatica, mentre su iOS sarai tu a doverla rifiutare.

Fatta anche questa, se stai usando uno smartphone Android la procedura di configurazione è praticamente terminata, mentre se stai usando un iPhone dovrai prima copiare ed incollare nel dialer (il tastierino numerico) il codice che ti viene mostrato a schermo (##67**11#) e dovrai poi pigiare il tasto verde con la cornetta per avviare una chiamata verso quest’ultimo in modo tale da resettare le tue deviazioni di chiamate.

Successivamente apri l’applicazione, copia ed incolla nel dialer l’ulteriore codice che ti viene proposto (**67*0910845200*11#) ed avvia una nuova chiamata verso quest’ultimo per inizializzare le deviazioni di chiamata quando occupato sui sistemi di WoozThat. Torna quindi alla schermata dell’app e pigia su OK per completare la procedura.

Ora, a prescindere dalla piattaforma impiegata, potrai cominciare a servirti dell’app per scoprire chi ti sta realmente chiamando con l’anonimo. Per riuscirci, attendi di ricevere la telefonata da parte di un numero privato e rifiutala dopodiché riceverai una notifica con il numero in chiaro del chiamante. Su Android puoi anche fare tap sul pulsante Identifica che vedrai comparire in automatico sul display.

Nota: Anche nel caso di WoozThat, prima di usare il servizio ti consiglio di verificare di avere almeno 1 euro sulla tua scheda poiché per la configurazione della deviazione di chiamata è indispensabile che credito telefonico non sia esaurito (pur trattandosi di un servizio a costo zero).

Calls Blacklist

App per chiamate anonime

Cerchi un’app che anziché svelarti la reale numerazione di chi ti chiama con l’anonimo ti impedisca di ricevere telefonate di questo tipo? Beh, se utilizzi un device Android e se non ti va di sfruttare la funzione di sistema (se ben ricordi, te ne ho parlato nel mo articolo su come bloccare chiamate Android) puoi rivolgerti a Calls Blacklist. Trattasi infatti di un’applicazione che permette di bloccare i numeri aggiunti dall’utente ad una blacklist personale e tutte le chiamate provenienti da numeri anonimi o non inclusi nella rubrica del cellulare. Si scarica gratis (ma eventualmente è disponibile in variante Pro, a pagamento, senza banner pubblicitari).

Per servirtene, scarica, installa ed avvia l’app dopodiché autorizza l’acceso ai tuoi contatti premendo sul pulsante Continuare e sul pulsante Consenti per tre volte consecutive. Pigia poi sull’icona dell’ingranaggio nella schermata principale dell’applicazione e scegli di bloccare le chiamate provenienti dai numeri anonimi e/o non inclusi nella rubrica del telefono pigiando su su Blocco e selezionando poi le opzioni desiderate dal menu che si apre.

Da questo momento in poi, ogni volta che riceverai una chiamata dai numeri anonimi non sentirai squillare lo smartphone e il mittente della chiamata riceverà il segnale della linea occupata dopo il primo squillo. L’app ti avvertirà comunque della chiamata bloccata con una notifica.

Nota: Calls Blacklist integra anche una funzione per bloccare gli SMS dai mittenti indesiderati, ma non ti consiglio di attivarla. Su Android 4.4 e successivi funziona solo se si trasforma la app nell’applicazione predefinita per la gestione dei messaggi, il che può comportare dei costi aggiuntivi sull’invio degli SMS. Quindi, se compaiono dei messaggi che ti invitano ad attivare questa funzione, rifiuta pure.

iBlackList (iOS)

App per chiamate anonime

Purtroppo per quel che concerne il versante iOS, a causa delle politiche restrittive di casa Apple di app adibite al blocco delle chiamate anonime non ce ne sono su App Store (e quelle che vengono indicate come tali non sono effettivamente funzionanti). È tuttavia possibile rimediare alla cosa in due modi: sfruttare la funzione “di serie” della piattaforma mobile dell’azienda di Cupertino (se ben ricordi, te ne ho parlato in maniera dettagliata nel mio articolo su come bloccare chiamate anonime iPhone) oppure ricorrere all’uso di iBlackList, un utility in grado di bloccare le chiamate anonime (oltre che di filtrare altre telefonate e gli SMS rispondenti a specifici criteri) fruibile solo ed esclusivamente sui dispositivi su cui è stato effettuato il jailbreak.

Per servirtene, il primo passo che devi compiere è quindi quello di eseguire il jailbreak del dispositivo. Se non sai di cosa si tratta, puoi consultare la mia guida su come fare jailbreak iPhone per schiarirti le idee oltre che per mettere in pratica la cosa.

Dopo aver eseguito il jailbreak sul tuo iPhone, apri Cydia (lo store alternativo dove si possono scaricare i tweak e le applicazioni per i dispositivi jailbroken), accedi alla scheda relativa alla ricerca che sta in basso a destra e cerca l’app summenzionata. Una volta trovata iBlackList, installa l’app sul tuo dispositivo pigiando sui pulsanti Installa e Conferma che si trovano in alto a destra e riavvia la SpringBoard al termine dell’installazione.

Avvia quindi iBlackList selezionando la sua icona in home screen e configurane l’utilizzo per il blocco delle chiamante anonime tappando su Attiva/Enable, selezionando Chiamate/Calls dalla schermata che successivamente ti viene mostrata e pigiando sulla dicitura Salva/Save in alto a sinistra.

Adesso, scorri la schermata principale dell’app, tappa su Config. Chiamate/Call Settings e porta su ON la vetta che trovi in corrispondenza della dicitura Blocco ID sconosciuto/Block unknow ID. Tappa poi su Salva/Save per confermare ed applicare le modifiche apportate ed è fatta!

Qualora poi dovessi avere dei ripensamenti, potrai sempre e comunque annullare il blocco nei confronti delle chiamate anonime recandoti nuovamente nella sezione Config. Chiamate/Call Settings dell’app, portando su OFF la levetta relativa alla dicitura Blocco ID sconosciuto/Block unknow ID e pigiando su Salva. 

Ti segnalo infine che volendo puoi anche fare in modo che il blocco entri in azione solo in determinati giorni e/o orari tappando sull’opzione con l’icona dell’orologio che trovi sempre nella schermata principale all’app e configurando il funzionamento di iBlackList così come ritieni più opportuno sfruttando le opzioni a schermo.

Nota: Il download di iBlackList è gratuito ed il suo utilizzo rimane tale per un periodo di prova di 10 giorni trascorsi i quali occorre pagare per poter continuare ad usare l’applicazione.

Altre app interessanti

App per chiamate anonime

Le app per chiamate anonime di cui ti ho parlato qualche riga più su non ti hanno soddisfatto e cerchi ulteriori strumenti appartenenti alla categoria in oggetto? Ti piacerebbe fare la conoscenza di applicazioni utili per scoprire a chi fa riferimento un determinato numero di telefono dopo averlo scovato grazie a Whooming o WoozThat? Allora da’ uno sguardo all’ulteriore elenco di risorse ad hoc che ho preparato per te e che trovi proprio qui di seguito. Sono sicuro che alla fine riuscirai finalmente a trovare un’app in grado di soddisfarti.

  • Truecaller (Android/iOS) – Ha davvero bisogno di presentazioni? Siamo al cospetto di una delle app adibite al blocco e all’identificazione delle chiamate più celebri in assoluto. Oltre a permette di bloccare le chiamate effettuate con il privato (solo su Android) mostra sul display l’identità del chiamante permettendo dunque di evitare al volo telefonate da parte di fastidiosi call center e seccatori vari. Si basa su un database costituito da informazioni fornite dagli utenti stessi. Si scarica gratis.
  • Mr. Number-Block calls & spam (Android/iOS) – Agisce in maniera simile alla già menzionata app Truecaller. Permette di conoscere l’identità di chi chiama anche se il contatto non è presente in rubrica (ovviamente non sono compresi i numeri telefonici dei privati cittadini), consente di bloccare la ricezione delle chiamate anonime (solo su Android) e di effettuare ricerche sguardo specifiche numerazioni per saperne di più. Si scarica gratis.
  • Dovrei rispondere? (Android) – Altra app della categoria che permette di bloccare le chiamate anonime in totale sicurezza, mediante un database contenente centinaia di numeri e in continuo aggiornamento grazie ai preziosi feedback degli utenti. Si scarica gratis.
  • Blocco chiamate e blocco SMS (Android) – Consente di bloccare chiamate e messaggi da parte di persone indesiderate, telemarketer, bot pubblicitari, spammer e, ovviamente, impedisce anche la ricezione delle telefonate anonime. Si scarica gratis.
author
Author: 
    Come richiamare un numero privato
    Come richiamare un numero privato
    Nel corso degli ultimi giorni hai ricevuto
    Come bloccare le chiamate anonime
    Come bloccare le chiamate anonime
    Ultimamente vieni disturbato continuamente da uno o
    App per sapere chi ti chiama
    App per sapere chi ti chiama
    Ultimamente hai ricevuto tante chiamate da un
    Come scoprire un numero privato dopo la chiamata
    Come scoprire un numero privato dopo la chiamata
    Stai ricevendo numerose chiamate da parte di

    Leave a reply "App per chiamate anonime"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: