Apple RALLENTA I Vecchi iPhone, Poi Si Scusa E Cambia Le Batterie

In Apple, ios, iphone, News 102 views

SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Apple prima conferma di rallentare i vecchi iPhone con batteria usurata, poi si scusa e offre un programma per cambiare la batteria a 29%

iPhone rallentato da Apple: in arrivo aggiornamento software e programma per cambiare la batteria a 29$

Solo pochi giorni fa abbiamo visto che tramite una nota ufficiale Apple ha confermato di rallentare volontariamente i vecchi iPhone per preservare la batteria. Ne abbiamo parlato qui:

In pratica l’azienda, per evitare che la batteria degli iPhone facesse spegnere improvvisamente lo smartphone o durasse troppo poco a livello di autonomia, ha scelto di ridurre volontariamente la potenza del processore tramite aggiornamento software.

Ovviamente non appena la notizia è stata confermata e diffusa da Apple, sul web si è scatenato un putiferio e io stesso ho girato un video che ho pubblicato sul mio canale YouTube per fare chiarezza in merito.

Come era lecito immaginare, nel giro di pochi giorni sono partite tantissime azioni legali verso Apple, che non solo ha deciso in autonomia di rallentare anche del 50% le prestazioni dei vecchi iPhone, ma ha nascosto e negato tutto agli acquirenti spingendoli ad acquistare nuovi iPhone quando sarebbe bastato cambiare o sostituire la batteria per risolvere il problema.

Le class action sono partite prima negli USA, poi si sono diffuse in altri Paesi del mondo e adesso anche in Italia il Codacons si è attivato per ricevere chiarimenti da parte dell’azienda di Cupertino in merito alla vicenda degli iPhone rallentati. 

Insomma, si prevedono tempi bui per Apple.

iPhone rallentati: la posizione ufficiale di Apple

L’azienda però non è rimasta a guardare e ha cercato (per quanto possibile) di offrire chiarimenti e soluzioni alternative ai propri clienti.

Proprio durante la notte, infatti, l’azienda ha diramato un importante comunicato stampa nel quale si scusa pubblicamente per l’accaduto e cerca di offrire anche una sorta di rimedio, che comunque non sarà sufficiente per placare gli animi infiammati dei consumatori che si sentono giustamente truffati.

Ecco di seguito i punti più importanti del comunicato stampa diramato da Apple durante la notte sulla vicenda degli iPhone vecchi che sono stati rallentati a causa della batteria usurata:

  • prima di tutto l’azienda si scusa per l’accaduto, comunicando di non aver rallentato intenzionalmente gli iPhone (ci crediamo davvero?)
  • il rallentamento del processore dei vecchi iPhone è stato usato come strumento di sicurezza per garantire il continuo utilizzo dello smartphone anche in caso di problemi di batteria
  • Apple sottolinea che una batteria vecchia può non essere in grado di fornire l’energia richiesta durante alcuni picchi di performance, motivo per cui si è reso necessario il rallentamento del processore
  • l’azienda respinge fermamente ogni accusa di aver volontariamente limitato le prestazioni dei suoi dispositivi al fine di spingere l’utente verso l’acquisto di un nuovo prodotto, dichiarando che il supporto duraturo e continuato di iPhone rappresenta uno degli aspetti a cui tiene maggiormente
  • il sistema di “miglioramento della gestione dell’energia” di Apple è stato introdotto con iOS 10.2.1 per risolvere il problema degli spegnimenti improvvisi relativi ad iPhone 6, 6 Plus, 6S, 6S Plus ed iPhone SE
  • il sistema funziona in questo modo: quando il telefono va sotto sforzo e richiederebbe una quantità di energia maggiore, allora (solo in quel momento) iOS interviene rallentando il processo in maniera tale che quella quantità di energia necessaria arrivi in un lasso di tempo più lungo, evitando un picco improvviso che la batteria non riuscirebbe a gestire ed evitando di conseguenza lo spegnimento del dispositivo
  • la risposta degli utenti ad iOS 10.2.1 fu positiva perchè risolveva con successo il problema degli spegnimenti, così Apple ha esteso la stessa funzione agli iPhone 7 e 7 Plus con l’aggiornamento ad iOS 11.2
  • quando una batteria chimicamente invecchiata viene sostituita con una batteria nuova di zecca, le performance dell’iPhone tornano ad essere quelle standard in qualsiasi circostanza
  • quando gli utenti, dopo aver installato iOS 11.2, lamentavano un pesante rallentamento dello smartphone, Apple inizialmente pensava che si trattasse di una normale e completamente temporanea riduzione delle performance legata all’upgrade del sistema operativo
  • adesso invece Apple crede che un altro contributo a questi rallentamenti provenga proprio dall’invecchiamento chimico della batteria, soprattutto iPhone 6 e 6s che vengono utilizzati ancora con la loro batteria originale

Cosa farà Apple in futuro per risolvere il problema?

Dopo tutto questo lungo comunicato, che per certi punti risulta molto difficile da credere, Apple ha confermato di voler agire per aiutare e supportare i propri clienti a risolvere tutti i problemi.

In particolare Apple ha deciso di:

1. Ridurre di 50$ il prezzo della sostituzione delle batterie sugli iPhone fuori garanzia. Se prima costava 79$, adesso con 29$ i possessori di un iPhone 6 o successivo potranno avere una batteria nuova di zecca per riportare le performance dello smartphone agli standard originali. La sostituzione, a questo prezzo speciale, potrà avvenire da fine Gennaio fino a Dicembre 2018

2. All’inizio del 2018 Apple rilascerà un nuovo aggiornamento di iOS con nuove funzioni che permetteranno agli utenti di visualizzare e comprendere meglio lo “stato di salute” della propria batteria. In questo modo ognuno riuscirà a capire in che stato si trova, se l’invecchiamento è già avanzato e quindi se i rallentamenti allo smartphone dipendono proprio da questo. In questo modo gli utenti potranno valutare se approfittare della promozione per sostituire la batteria al prezzo promozionale di 29$

3. Apple prevede ulteriori miglioramenti sul sistema di gestione dell’energia per prevenire gli spegnimenti improvvisi. Su questo punto però non abbiamo maggiori informazioni al momento.

Conclusioni

Insomma, questa volta Apple l’ha fatta grossa. Sta cercando di mettere una pezza al problema, ma ormai il danno è fatto.

Anche la semplice segnalazione dell’attivazione di questa modalità a basse prestazioni, suggerendo all’utente di sostituire la batteria, avrebbe evitato di dover affrontare una campagna mediatica sfavorevole. E invece Apple ha fatto tutto di nascosto, negando l’evidenza per parecchi mesi.

Adesso i dirigenti Apple possono dire quel che vogliono, ma hanno volontariamente rallentato i vecchi iPhone per non sostituire le batterie che avevano problemi e ancora coperte da garanzia.

Le class action andranno avanti, gli utenti non si accontenteranno sicuramente di una sostituzione della batteria fuori garanzia ma vorranno ricevere un rimborso, soprattutto quelli che hanno comprato un nuovo modello di iPhone perché pensavano che quello vecchio fosse troppo lento e quindi da buttare.

Ci saranno sicuramente aggiornamenti in merito, seguili con noi!


Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:
author
Author: 
    Come Avere Honor 10 Con Sconto Di 30 Euro [COUPON]
    Come Avere Honor 10 Con Sconto Di 30 Euro [COUPON]
    Vuoi BUONI AMAZON GRATIS? Unisciti al canale
    Rabona Dribbling Mondiale: 1000 Minuti, 50 SMS E 5 Giga A 5 Euro
    Rabona Dribbling Mondiale: 1000 Minuti, 50 SMS E 5 Giga A 5 Euro
    Vuoi BUONI AMAZON GRATIS? Unisciti al canale
    5 Motivi Per Comprare Honor 10
    5 Motivi Per Comprare Honor 10
    Vuoi BUONI AMAZON GRATIS? Unisciti al canale

    Leave a reply "Apple RALLENTA I Vecchi iPhone, Poi Si Scusa E Cambia Le Batterie"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: