Attivare Windows 10: guida completa

In Windows, Windows 10 56 views

Molti di voi ci chiedono come attivare Windows 10 e la risposta la troverete in questo articolo dove abbiamo raccolto tutte le soluzioni esistenti. Microsoft Windows, piaccia o meno, è il sistema operativo desktop più diffuso sui PC del pianeta.

Oramai gran parte dei PC che è possibile acquistare hanno l’ultima versione di Windows, quel Windows 10 che nonostante le polemiche sulla gestione dei dati personali ha saputo conquistare il cuore di un buon numero di utenti. In questo post in risposta a molte delle domande che ci arrivano sopratutto sulla nostra pagina Facebook (a proposito non dimenticate di lasciarci un like), approfondiremo tutti i metodi legali e non per attivare Windows 10.

Partiremo  dall’esaminare i modi legali e sicuri per passare poi a trattare i modi che i pirati usano per attivare Windows 10 gratis senza avere una licenza.

Vi ricordiamo che potete scaricare senza problemi una copia perfettamente originale e sicura di Windows 10 dai server microsoft, seguite i link che abbiamo fornito in questo nostro post.

Attivare Windows 10 legalmente (a max 5€)

Avere una copia genuina di Windows 10 garantisce la sicurezza di avere tutti gli aggiornamenti e quindi ampi probabilità di stare lontani dai problemi di sicurezza.

Attivare una copia di Windows 10 anche durante o alla fine del suo periodo di valutazione è davvero semplicissimo se avete la licenza.

Se non avete una licenza, nessun problema sapere che oramai potete acquistarne una sicura e completamente legale a meno di 5 €? Sì, non è una cavolata, gli abbiamo dedicato un approfondimento. Una volta ottenuta potete usatela per attivare il vostro sistema per sempre.

Se avete una vecchia licenza di Windows 7 o 8 inutilizzata, potete provare ad inserirla probabilmente verrà riconosciuta e vi attiverà Windows 10 senza problemi.

Potete inserire la chiave durante l’installazione, in questo caso ad installazione conclusa appena avrà una connessione ad Internet disponibile il sistema si attiverà da solo, senza che voi dobbiate intervenire. Se volete verificare l’avvenuta attivazione premete su Start scrivete “attivazione” (senza virgolette) e premete Invio.

Si aprirà la finestra dello screen, controllate ciò che è scritto accanto alla voce Attivazione e troverete una dicitura del tipo “Windows è attivo con una licenza digitale” se è già tutto in regola.

attivare Windows 10: la schermata attivazione

Alternativamente, se invece è presente la scritta Connetti a Internet per attivare Windows, significa che avete effettuato una installazione offline e ancora non avete connesso il PC ad Internet. Per ovviare basta connettersi alla rete e spunterà la rassicurante scritta Windows è attivato.

Se non avete immesso il codice della licenza (product key) durante l’installazione niente paura: è facile farlo anche dopo. Andate nella stessa schermata Attivazione con la rapida scorciatoia che vi abbiamo indicato sopra e cliccate sulla voce Cambia codice Product Key, inserite il codice della vostra licenza e premete Invio per verificarlo. Se ricevete un messaggio che il product key è errato è probabilmente colpa di un errore di battitura, riscrivetelo con calma ed attenzione.

Se non disponente di una connessione ad Internet, Microsoft ha pensato anche a voi: Windows 10 può essere attivato facilmente telefonicamente, trovate l’opzione sempre nella finestra Attivazione.

I metodi dei pirati per attivare Windows 10

I pirati per attivare Windows 10 e Office usano i KMS, in questi paragrafi spiegheremo il loro funzionamento e chiariremo la dibattuta questione sulla loro sicurezza.

Cosa sono i KMS e come funzionano?

Il KMS (è acronimo per sta Key Management Service, che tradotto significa servizio gestione chiave) è uno strumento introdotto da Microsoft per le aziende e le organizzazioni per permettere loro la attivazione contemporanea di un gran numero di Pc con la stessa licenza.

Volume license key (VLK) è il modo più pratico che hanno le aziende per gestire gruppi di licenze, è anche il metodo usato dai produttori per attivare i PC che producono (ogni PC ha il suo product Key univoco, ma in realtà sono tutti attivati tramite KMS con la chiave unica fornita da Microsoft al produttore).

Quasi subito i pirati si sono resi conto che potevano ingannare il KMS di Windows per fare apparire i PC dei pirati come prodotti da un dato produttore e sfruttare la sua chiave VLK per farli attivare.

In realtà oramai quando si parla di KMS in rete praticamente non ci si riferisce più al servizio di Microsoft ma ai molti programmini creati dai pirati per attivare illegalmente Office e Windows.

Di fatto queste app creano un servizio server, che deve restare sempre attivo così da intercettare le chiamate fra il KMS di sistema e i server di Microsoft, così da ingannarli entrambi. Finché l’applicazione funziona e la licenza inserita resta valida il vostro PC risulterà correttamente attivato.

Le applicazioni KMS sono sicure?

La risposta è no, spesso vengono segnalate dagli antivirus e non si tratta solo di falsi positivi. A volte, anzi spesso, i KMS contengono trojan ed espongono il vostro PC ad infezioni di vari malware.

Oramai sempre più spesso Microsoft aggiorna le chiavi VLK  e si accorge delle licenze non valide e le disabilita obbligandovi a cercare una nuova applicazione KMS e a riattivare la vostra copia di Windows 10.

Attivando la copia di un amico o un parente con un KMS, a parte che commettere un reato, rischiate di ritrovarvi di fronte a qualcosa che può essere molto fastidioso. La alta probabilità che il suddetto parente vi richiami nel giro di qualche mese rompendovi di nuovo perché Windows gli comunica di non essere attivato e lo sfondo gli è diventato nero.

Conviene quindi ancora usare le Crack e i KMS per attivare Windows 10?

Con i recenti sviluppi del mercato delle licenze, oramai è facile trovare licenze ESD perfettamente valide e legali di Windows 10 con meno di 5 €. A questo punto non conviene di certo avere a che fare con KMS di dubbia provenienza e con licenze che ci tocca riattivare ogni tot mesi (e con il rischio della chiamata di rito dell’amico o parente che si lamenta).

Il nostro approfondimento su come attivare Windows si è concluso, fateci sapere se avete altre domande in merito. Per altre guide potete seguirci anche tramite i nostri canali social Facebook e Twitter.

author
Author: 
    Recensione MSI GT72VR 7RE Dominator Pro
    Recensione MSI GT72VR 7RE Dominator Pro
    I portatili da gaming sono una categoria
    Come abilitare il client OpenSSH nativo di Windows 10
    Come abilitare il client OpenSSH nativo di Windows 10
    di Filippo Molinini, Nessun Commento –

    Leave a reply "Attivare Windows 10: guida completa"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: