Come aggiungere il watermark alle immagini

In Fotoritocco, Grafica 13 views

A cura di Marco Mattioli

del 06 dicembre 2017


Marcare file grafici può tornare utile in diversi ambiti, professionali o privati che siano. Si può in generale ricorrere a filigrane o watermark per proteggere immagini e foto da copie ed usi non autorizzati. In questo modo è possibile limitare la diffusione indesiderata di materiale via web, specialmente per quanto concerne gli scatti fotografici. Per agevolare la protezione del copyright si dispone di software dedicato, disponibile per piattaforme desktop e mobili. Vediamo qualche esempio pratico.

TSR Watermark Image Software è un applicativo sviluppato per ambiente Windows, il quale si caratterizza per l’immediatezza d’uso. Offre infatti una interfaccia grafica amichevole, ben gestibile sin dai primi accessi anche da chi non abbia maturato alcuna esperienza con questo genere di programmi.

tsr

Viene distribuito con diverse licenze, a partire da quella gratuita, la quale propone opzioni base per inserire watermark di tipo testo, immagini e 3D. Fornisce inoltre la possibilità di aggiungere bordi, trasparenze ed effetti speciali. Sono disponibili anche versioni a pagamento per estendere le funzionalità, utili ad esempio per gestire dati EXIF, IPTC ed altri tipi di metadati. Le immagini generate sono salvabili secondo i formati più popolari, come TIFF, PNG, GIF, BMP e JPEG.

Watermark Passion è un altro software Windows pensato espressamente per marcare immagini. Viene distribuito gratuitamente ed è una edizione portable. Per essere eseguito non occorre dunque alcuna installazione preventiva e non va inoltre ad apportare alcuna modifica all’ambiente ospite. Può oltretutto essere facilmente tenuto a portata di mouse, copiandolo semplicemente su un qualsiasi supporto removibile di memorizzazione.

passion

Anche in questo caso l’interfaccia intuitiva permette di portare a termine le operazioni di marcatura in pochi e semplici passaggi. Lascia in particolare inserire stringhe di testo di dimensioni e colori impostabili a scelta dall’utente. Queste possono essere posizionate in basso, in alto, a sinistra o a destra nel riquadro dell’immagine.

Watermark Free costituisce un esempio di app mobile, a dimostrazione di come sia possibile applicare watermark alle immagini anche con l’ausilio di smartphone e tablet. Nello specifico è compatibile con il sistema operativo Android. La richiesta ridotta di risorse, rende questo applicativo usabile anche con device di generazioni passate.

free

Le sue funzioni lasciano inserire blocchi ti testo, loghi ed immagini in genere nei file d’interesse. Si può intervenire anche su trasparenze, colori, dimensioni ed ombreggiature degli elementi che si desidera utilizzare. I dati EXIF associati alle foto non vengono modificati ed i file elaborati sono salvabili nei formati JPG e PNG.

author
Author: 
    TomTom MyDrive
    TomTom MyDrive
    TomTom MyDrive Licenza Gratis
    Capture Screen
    Capture Screen
    Capture Screen Licenza Gratis
    Onetap Glitch: Photo Editor
    Onetap Glitch: Photo Editor
    Onetap Glitch: Photo Editor Licenza
    Screenshot touch
    Screenshot touch
    Screenshot touch Licenza Gratis

    Leave a reply "Come aggiungere il watermark alle immagini"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: