Come scegliere una stampante laser

In Hardware, stampante, stampante multifunzione 71 views

Le stampanti sono ormai presenti in gran parte delle nostre case e dei nostri uffici, ci sembrano passati secoli da quando la stampa era esclusiva delle tipografie e si scriveva tramite macchina da scrivere.

Le stampanti laser vengono scelte spesso dai consumatori per due caratteristiche:

  • l’ alta velocità di stampa (alto numero di pagine per minuto);
  • il bassissimo costo per pagina stampata.

A lungo i clienti domestici sono stati tenuti lontani dalla stampanti laser a casa degli alti costi di acquisto, ma fortunatamente il costo delle stampanti negli anni è calato così tanto che ora le stampanti laser monocromatiche hanno prezzi simili a quelli delle stampanti a getto di inchiostro.

Le stampanti laser hanno due soli veri difetti:

  • le stampanti laser a colori sono ancora abbastanza costose;
  • anche le stampanti laser e colori non sono adatte a stampare le foto.

Nel caso vi serva ogni tanto stampare qualche foto, e volete comunque una stampante che vi permetta di avere un basso prezzo per pagina, vi invitiamo a consultare il nostro approfondimento dedicato.

Dopo questa introduzione passiamo ad approfondire nel dettaglio cosa dovete sapere prima di scegliere una stampante laser (o a LED).

In base a quali caratteristiche scegliere una stampante laser?

Il mercato offre molti modelli differenti e interessanti, sono molti gli aspetti da controllare prima di un acquisto.

Per questo abbiamo distinto due gruppi:

  • Un primo gruppo, dedicato alle caratteristiche a cui tutti gli utenti, domestici ed aziendali, dovrebbero dare un’occhiata;
  • Un secondo gruppo, dedicato alle caratteristiche che invece interessano di più per un uso professionale.

Le caratteristiche che interessano tutti

LED o Laser?

Le stampanti a LED sono una evoluzione delle stampanti laser. Si è passati ad utilizzare i LED per illuminare la pagine perchè permettono di diminuire le parti mobili e di realizzare stampanti ancora più veloci e compatte. La risoluzione delle stampanti a LED è ad oggi leggermente più bassa di quelle laser canoniche. In ogni caso anche le classiche stampanti laser rimangono davvero veloci ed affidabili.

Stampante laser a colori o monocromatica?

Dipende dalle vostre esigenze e finanze, le stampanti laser a colori restano ad oggi abbastanza costose. Inoltre come abbiamo scritto nell’introduzione le stampanti laser non sono molto adatte alla stampa delle foto (anche se negli ultimi anni hanno fatto notevoli passi avanti), e sono vincenti soprattutto nella stampa di documenti. Quindi se non avete particolari esigenze vi consigliamo di risparmiare con una stampante monocromatica.

Solo stampante o multifunzione?

Una multifunzione è in generale più comoda di una semplice stampante, perchè al dispositivo di output (stampante) ne accoppia uno di input, uno scanner. Il tutto spesso in un formato di solito abbastanza compatto che permette di risparmiare spazio. Una multifunzione permette di solito di fare fotocopie rapidamente e in alcuni casi permette anche di inviare fax.

La risoluzione

La risoluzione è un valore molto importante per capire la qualità di stampa del dispositivo che si è scelto. L’unità di misura della risoluzione è il DPI (che sta per Dots Per Inch, traducibile nella nostra lingua in punti per pollice). Numerose stampanti laser stampano a 600×600 DPI (nativi), i modelli più avanzati riescono a raggiungere risoluzioni native maggiori (1200×1200 DPI o maggiori). Tramite interpolazione era possibile raggiungere DPI più alti, ma si trattava di un trucco ed oramai gran parte dei produttori nella scheda tecnica evitano di riportare risoluzioni non native.

Nelle multifunzione è consigliabile porre attenzione anche alla risoluzione dello scanner, anche questa sarà espressa in DPI, ed anche in questo caso un valore più alto corrisponde ad una migliore risoluzione.

La connettività e le porte

Se connetterete la vostra nuova stampante solo tramite USB potrebbe essere superfluo puntare su un modello dotato di WiFi. Vale anche il contrario se volete avere più flessibilità nella collocazione e nell’uso della vostra nuova stampante. In generale vi consigliamo un modello dotato di WiFi, così potrete connetterlo alla rete domestica e stampare da tutti i dispositivi connessi alla stessa (PC fissi, PC portatili, tablet e smartphone).

Alcune stampanti supportano anche il WiFi Direct per permettere la connessione ai dispositivi senza nessun router che faccia da intermediario, o l’NFC per comunicare con tablet o smartphone posti semplicemente vicini al dispositivo.

Alcuni modelli supportano la stampa tramite internet, e spesso supportano anche le comode tecnologie cloud di Apple e Google (Airprint, e Cloud Print).

Le porte più comuni sulle stampanti in genere sono quella USB e quelle LAN per la connessione cablata di rete. Alcune stampanti dispongono di porte USB aggiuntive e slot per memory card per stampare direttamente da chiavette e schede di memoria.

Il costo del toner

Il toner sta alle stampanti laser come le cartucce stanno alle stampanti a getto di inchiostro, in entrambi i casi conviene controllare il costo dei consumabili prima di acquistare la stampante.

È inutile risparmiare qualche decina di euro sulla stampante se poi ci tocca spendere molto per il nuovo toner, quindi conviene prima dell’acquisto valutare il costo dei consumabili, e se si vuole risparmiare al massimo controllare la disponibilità dei super economici toner compatibili che fanno crollare ulteriormente il costo per pagina stampata (ma spesso permettono di avere stampe della stessa qualità di quelle fatte con toner originali).

La compatibilità con i sistemi

È importante che la stampante che scegliete sia compatibile con il vostro sistema operativo. In genere se avete Windows è davvero difficile che avrete problemi, la compatibilità merita maggiore attenzione se avete un Mac o un computer con Linux. Rischiate di avere difficoltà a fare funzionare il prodotto, o ad utilizzarne certe funzioni.

Dimensioni e peso

Mentre le stampanti a getto di inchiostro sono in media tutte di dimensioni abbastanza compatte, esistono invece anche modelli di stampanti laser molto ingombranti e pesanti. Quindi il consiglio prima di completare l’acquisto è di controllare le dimensioni e il peso della stampante.

Le caratteristiche che soprattutto gli uffici dovrebbero controllare

I formati di carta supportati

Tutte le stampanti supportano i classici fogli A4, il problema si può porre con i formati diversi come l’A3 (che è il doppio di un A4).Per stampare in formato A3 servono dispositivi più ingombranti e costosi, fortemente sconsigliati per un uso domestico.

Se dovete stampare molte pagine si consiglia anche di controllare la capienza dei vassoi (di caricamento e di uscita), sennò rischiate di dover caricare e togliere fogli sulla stampante in continuazione.

Se avete intenzione di stampare cartoncini spessi, vi conviene controllare se la stampante supporta fogli di quella grammatura (si misura in g/m²).

Le opzioni di stampa avanzate: fronte/retro automatico e ADF

Queste opzioni di stampa sono per quegli utenti che hanno particolari esigenze. Il fonte/retro automatico è davvero comodo, non ci sarà bisogno di nessun vostro intervento per stampare su entrambe le facciate di ogni foglio. Come è molto comoda l’opzione ADF. Le multifunzione con ADF sono capaci di scannerizzare prelevando automaticamente i fogli dal vassoio (come alcune fotocopiatrici). Entrambe le opzioni sono assenti nei modelli destinati ad una utenza domestica e sono invece presenti in quelli destinate agli uffici, che sono in genere più costosi.

La velocità di stampa e il ciclo di lavoro mensile massimo

Un parametro poco importante per chi compra una stampante laser per la casa (visto che tutte le stampanti laser sono molto veloci) ma che può fare la differenza in ufficio. La velocità di stampa è calcolata in base a test ed indica il numero di pagine in formato A4 stampate nell’intervallo di un minuto, la sua unità di misura è il PPM, che sta appunto per pagine per minuto.

Un altro parametro importante per gli uffici è senza dubbio il ciclo di lavoro mensile massimo, ogni produttore dichiara quante pagine in un mese la stampante possa stampare senza danneggiarsi. In ambito domestico questo valore è poco importante perché è davvero difficile da raggiungere questo scenario di utilizzo.

RAM e CPU

Sono due componenti molto importanti in una stampante laser, sopratutto in quelle destinate agli uffici. Un quantitativo maggiore di memoria RAM e una CPU più performante aiutano la stampante a gestire in memoria un numero maggiore di pagine, ed una coda di stampa più lunga. Fortunatamente la memoria RAM in molti casi è espandibile facilmente dopo l’acquisto.

I consumi energetici

Interessano sopratutto se si fa un uso molto intenso della stampante, quindi sopratutto negli uffici, dove la stampante può incidere in maniera importante sulla bolletta elettrica. Per ogni stampante sono indicati i consumi in uso e in stand-by, si consiglia di controllare questi valori.

Che modelli possiamo consigliare?

Consigliare una stampante laser come potete notare non è semplice, ma eccovi tre ottimi modelli che potranno fare felici un gran numero di utenti.

La stampante economica per la casa: Samsung Xpress M2026W

Samsung Xpress M2026W

Eccovi un’ottima soluzione la Samsung Xpress M2026W, costa quanto una stampante a getto di inchiostro, è Wi-Fi e permette di stampare molte pagine al minuto a poco.

Un ottimo esempio di stampante per risparmiare, costa poco e si trovano facilmente i toner compatibili.

La multifunzione per la casa: HP M26NW

 

scegliere una stampante laser: HP M26NV

Se cercate una multifunzione laser monocromatica e volete spendere poco, la HP M26NW fa perfettamente al caso vostro. È essenziale ed economica ma perfetta per un uso domestico. Ha un solo due difetti, manca il fronte retro automatico e l’ADF (ma non sono comuni nelle stampanti multifunzione per la casa).

Sono disponibili anche per questo modello validi toner compatibili molto economici.

La multifunzione laser per i piccoli uffici: Xerox 3225Vscegliere una stampante laser: Xerox

Non costa molto e fa il suo dovere, perfetta per casa o piccoli uffici. È molto economica anche se offre sia l’ADF che il fronte retro automatico.

Da segnalare che esistono buoni ed economici toner compatibili.

Senza dubbio un’ottima soluzione per qualità prezzo da Xerox, che è leader del mercato.

Se questi tre modelli non sono adatti a voi, vi invitiamo a consultare la guida di acquisto che abbiamo dedicato alle stampanti laser, scoprite con noi le migliori.

Il nostro approfondimento su come scegliere una stampante laser è arrivato a conclusione, ci auguriamo di avervi chiarito le idee, se avete domande o osservazioni non esitate a lasciarci un commento.

author
Author: 
    Smart TV: le migliori da comprare
    Smart TV: le migliori da comprare
    Possedere una Smart TV è diventato ormai
    Intel sta progettando il grande ritorno nel settore mobile?
    Intel sta progettando il grande ritorno nel settore mobile?
    Edoardo Carlo Ceretti21/04/2018 ore 15:32 Un annuncio
    Dove comprare Smart TV in offerta: i migliori siti
    Dove comprare Smart TV in offerta: i migliori siti
    È inutile negarlo, gli Smart TV hanno
    Fitness tracker Mpow: recensione
    Fitness tracker Mpow: recensione
    In commercio ci sono tantissimi bracciali fitness

    Leave a reply "Come scegliere una stampante laser"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: