Come scegliere una VPN

In Internet, Privacy, Sicurezza, vpn 42 views

Online si parla ovunque di VPN a volte anche a sproposito o in modo improprio. In questo post vi spiegheremo cosa sono, come funzionano, e sopratutto fra le molte opzioni a pagamento come scegliere quella che fa davvero al caso vostro. Come in ogni guida che si rispetti bisogna partire dalla definizione:

Cos’è una VPN?

Il nome VPN è l’acronimo di Virtual Private Network (che si può tradurre nella nostra lingua con rete virtuale privata). E’ una rete logica e privata, instaurata fra soggetti attraverso una rete pubblica. Logica perchè non si tratta di una rete fisica, qui le interfacce di rete non sono fisicamente collegate come in una rete LAN (come quella che è facile trovare in un ufficio). Privata perchè come in una rete LAN solo gli appartenenti alla rete possono scambiarsi dati.

scegliere vpn

Una VPN è qualcosa di molto simile alla rete LAN che abbiamo usato come esempio, però i componenti della rete sono fisicamente lontani fra loro (a volte anche continenti) e comunicano tra loro tramite un protocollo comune (criptato) attraverso la rete pubblica (Internet). Le reti VPN prima di arrivare sul mercato per i clienti privati, sono nate per permettere alle aziende di estendere la propria rete aziendale lontano dai propri uffici,  e permettere un accesso sicuro ai propri dipendenti.

I privati oramai le usano per tutelare il proprio anonimato in rete e non rivelare il proprio vero indirizzo ip ( e quindi la propria identità e posizione).

A che serve una VPN?

In ambito aziendale, è semplice a tutelare i dati della società ed a permettere il tele lavoro. Per i privati i vantaggi sono molti ed interessanti:

La sicurezza in rete

Il web moderno è pieno di minacce alla nostra privacy, non c’è sito che non cerchi di profilarci per darci annunci su misura o rivendere dati su di noi. Per questo è in crescita il numero di coloro, che non vuole lasciare nessuna traccia e navigare e scaricare in sicurezza in modo del tutto anonimo. Una VPN per costituzione cripta i dati e li invia ad un server, da cui poi il nostro traffico verrà spedito al sito o servizio che vogliamo raggiungere. In modo analogo la risposta del sito e del servizio andrà al server che la cripterà e ce la spedirà. Quindi tutto il nostro traffico non solo sarà completamente anonimo ( non comparirà mai il nostro indirizzo ip) ma anche completamente criptato.

Se vi connettete spesso da hotspot WiFi pubblici, è particolarmente consigliato l’uso di una VPN visto che praticamente ogni dato che scambiate con un sito non https è praticamente in chiaro e facilmente intercettabile.

Chiamare con Skype i numeri di telefono di altri paesi quasi gratis

Se usate applicazioni VoIP, non solo Skype vi sarete accorti del trucco che usano per calcolare le tariffe. Skype è sempre gratis per chiamate e video-chiamate fra chi usa il programma ma se lo usate per chiamare numeri fissi e mobili vi sarete accorti che il costo varia con l’aumentare della distanza dal numero che volete contattare. Si può quindi risparmiare moltissimo ingannando Skype tramite un servizio VPN e facendogli credere che chiamate dallo stesso paese del vostro destinatario.

Aggirare le restrizioni regionali

Questo è uno dei motivo per cui più spesso si usano le VPN. Visto che le VPN instradano il vostro traffico attraverso un server o una rete di server,  il vostro ip finale sarà quello dell’ultimo server da cui sembrerà provenire il vostro traffico. Praticamente ogni servizio offre molti server, basterà sceglierne uno per falsificare la vostra posizione e sembrare nel suo paese. E’ quindi la soluzione più semplice per aggirare le restrizioni geografiche, alcuni siti come Netflix hanno sempre limitato l’accesso ad alcuni mercati, e moltissimi utenti hanno aggirato il blocco. Netflix ha notato il fenomeno ed adesso purtroppo blocca aggressivamente l’accesso a molti dei clienti che usano VPN. Fortunatamente alcune VPN riescono a forzare il blocco come NordVPN.

Per scaricare in modo completamente anonimo

Internet è il luogo anche della pirateria informatica, inutile nascondersi. Oramai sono milioni gli utenti che usano torrent e i vari sistemi di file sharing per scaricare materiale coperto da copyright.

Proprio le VPN sono molto usate dai pirati, per nascondere la propria identità ai governi e alle autorità giudiziarie e scaricare liberamente dormendo sogni tranquilli. Anche gli utilizzatori di liste iptv sono da considerasi pirati, e nel nostro paese rischiano moltissimo (diversi clienti sono stati beccati ed oltre le multe salatissime sono stati perseguiti penalmente) per questo in molti per non farsi beccare oramai usano una VPN.

Non usano le VPN gratuite, visto che queste in primo luogo sono inadatte al file sharing P2P ed allo streaming, poi tengono logs e quindi in caso di provvedimento giudiziario potrebbero rivelare l’identità degli utilizzatori. Preferiscono le VPN a pagamento che a fronte di un modico canone mensile di solito hanno sedi in paesi dalle legislazioni molto permissive e che non tengono nessuna traccia dell’identità dei propri clienti e nessun dato delle loro sessioni.

Dopo avervi spiegato a cosa è una VPN ed a cosa può servire, è arrivato finalmente il momento di spiegarvi come scegliere il servizio referenziato migliore per voi.

Come scegliere VPN a pagamento?

Dovete considerare un paio di informazioni importanti prima di dare i vostri soldi ad un servizio

Controllate la loro politica sui logs

Le attività sui server lasciano sempre delle tracce, di solito i server tengono sempre dei file con indicato chi si è connesso e quale era il suo indirizzo ip. Capite bene che questa può essere una vulnerabilità per la vostra privacy e il vostro anonimato se la VPN venisse compromessa (da un hacker o da un governo). Per questo alcuni servizi referenziati hanno una politica rigidissima sui logs, non registrano le sessioni degli utenti sui loro server e nemmeno tengono traccia della loro identità dopo il pagamento.

Le migliori VPN tengono questo comportamento così che il cliente possa essere completamente al sicuro, e non debba temere di essere scoperto.

Controllate il numero di server disponibili e loro posizione

I server sono importanti per un servizio VPN, un buon numero significa più possibilità di trovare un server vicino poco usato quando serve ( con conseguente migliore velocità di connessione e ping più basso). Inoltre come spiegato sopra un buon numero di server può essere utile anche per aggirare i blocchi regionali e risparmiare sulle chiamate voip.

Protocolli di sicurezza

Quando abbiamo definito una VPN, abbiamo detto che queste criptano tutto il vostro traffico, quindi la vostra sicurezza dipende in modo sostanziale dagli algoritmi di criptazione.  Sono diversi i protocolli usati in questi servizi per criptare il traffico scambiato. I protocolli più usati sono: SSL/TLS, PPTP, IPSec. Se siete utenti con particolari necessità di sicurezza vi consigliamo di scegliere i servizi che offrono una connessione IPSec, o SSL, oppure con doppia criptazione dei dati a 256bit.

Adesso che abbiamo discusso gran parte degli aspetti che distinguono fra loro i servizi VPN, avete gli strumenti per scegliere consapevolmente lo strumento che più fa al caso vostro.

Quali servizi VPN possiamo consigliarvi?

Mi è capitato nell’ultimo mese di recensire due famosi servizi VPN a pagamento NordVPN e IPVanish entrambi validi, economici e convincenti. Se volete sapere di più vi consigliamo di consultare le nostre recensioni dedicate NordVPN e IPVanish.

Il nostro approfondimento su come scegliere VPN è arrivato alla conclusione, fateci sapere se anche voi utilizzate uno di questi servizi e quale avete scelto.

author
Author: 
    Come usare Instagram al meglio
    Come usare Instagram al meglio
    Se anche voi, come milioni di utenti
    App4Italy. La recensione del giorno, Limitless Stories
    App4Italy. La recensione del giorno, Limitless Stories
    Su come permettere il superamento dei limiti

    Leave a reply "Come scegliere una VPN"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: