Come velocizzare il computer all’accensione

In Ottimizzare e velocizzare PC 12 views

Il tuo PC è lentissimo nell’avviarsi e questo ti costringe a consumare moltissima corrente elettrica: eviti in tutti i modi di spegnerlo e, se proprio devi stare fuori casa per lunghi periodo di tempo, ricorri alla sospensione del computer. Questa ti permette di riprendere la tua sessione di lavoro in quattro e quattr’otto, senza dover aspettare il caricamento iniziale del sistema e di tutti i programmi.

Come dici? Le cose stanno effettivamente in questo modo ed è per questo motivo che vorresti qualche suggerimento su come velocizzare il computer all’accensione? Beh, è naturale, lo capisco. La sospensione del computer è sicuramente una comodità la presenza ma il tuo povero computer Windows non ne può più di stare acceso 24 ore su 24 e ha bisogno di riavviarsi di tanto in tanto per rendere al massimo.

Sei d’accordo con me? Benissimo! Allora perché allora non provi a seguire i miei consigli su come velocizzare il computer? Sono sicuro che con un po’ di pazienza riuscirai a migliorare le prestazioni del tuo fidato compagno tecnologico; ti basterà soltanto seguire le istruzioni contenute in questo mio tutorial. Sei pronto per iniziare? Ti auguro una buona lettura.

Indice

Disabilita i programmi e servizi in esecuzione automatica

L’avvio di Windows può essere influenzato come prima cosa dai software che vengono eseguiti automaticamente. Non dipende essenzialmente dal numero di programmi eseguiti (che può essere un fattore influente), ma da quanto questi siano esigenti in termini di risorse del computer.

Ti faccio giusto un esempio per farti capire: hai installato un antivirus che si avvia, come giusto che sia, ogni qualvolta accendi il PC; questo antivirus però è molto esigente e occupa gran parte delle risorse all’avvio di Windows. In questo caso, il tuo PC impiegherà del tempo per avviarsi. Questo problema è risolvibile, provando a sostituire il tuo antivirus con un altro più leggero, ma altrettanto efficace ed efficiente.

In alternativa, puoi risolvere in un modo ancora più semplice: provvedere alla disattivazione all’avvio dei programmi che non sono utili per l’avvio del PC. Nel corso di questo paragrafo ti spiegherò come procedere.

Su Windows 10, esegui il comando di avvio del Task Manager (Gestione attività): per farlo puoi effettuare la combinazione di tasti della tua tastiera CTRL+Maiusc+Esc (oppure CTRL+Shift+Esc), puoi anche fare clic con il tasto destro del mouse sulla Barra delle applicazioni e selezionare quindi la voce Gestione attività dal menu contestuale.

Qualunque sia il modo in cui hai eseguito quest’operazione, dalla finestra che ti appare, fai clic sulla scheda Avvio per visualizzare l’elenco dei software in esecuzione automatica. Seleziona quello che vuoi disattivare e fai clic sul pulsante Disabilita in basso.

Se, tra i programmi in esecuzione che hai lasciato, ce n’è qualcuno troppo pesante per il tuo PC, provvedi allora alla sua sostituzione, così come ti ho consigliato prima. Per esempio, nel caso in cui dovesse essere l’antivirus uno dei tuoi problemi, puoi decidere se utilizzare Windows Defender, già presinstallato su Windows 10, oppure consultare la mia guida sui migliori antivirus per capire quale antivirus installare sul tuo PC.

Un altro problema potrebbe invece sorgere nel caso in cui vi siano servizi che si avviano sul tuo PC all’accensione di Windows. I servizi non sono necessariamente dei software installati sul tuo PC, ma sono invece delle “operazioni” che permettono l’avvio di programmi che di strumenti che possono servire anche agli stessi software. In alcuni casi, vi sono dei servizi che puoi tranquillamente disattivare.

Per visualizzare la lista dei servizi, avvia il Task Manager come ti ho indicato prima e fai clic sulla tab Servizi. Adesso ti basta semplicemente fare clic su un qualsiasi servizio con il tasto destro del mouse e selezionare la voce Apri servizi. Nel nuovo pannello che ti verrà aperto potrai visualizzare i servizi e impostare alcuni parametri relativi ad essi.

Tieni però presente che alcuni servizi sono essenziali per il funzionamento del sistema operativo, quindi ti consiglio di prestare bene attenzione a ciò che disabiliti. Stai attento: un servizio essenziale di Windows disabilitato per errore può danneggiare il tuo sistema operativo, e potresti correre il rischio di doverlo ripristinare.

Deframmenta le partizioni dell’hard disk

Quando accendi il tuo PC, questo esegue alcune funzionalità interne al sistema per la preparazione del desktop e, in generale, per la preparazione di tutte le risorse che garantiscono il corretto funzionamento dell’intero sistema operativo. Inoltre, così come ti ho anche detto nel paragrafo precedente, alcuni software si avviano all’accensione di Windows e, nell’insieme, utilizzano risorse per il loro funzionamento.

Un problema di avvio lento però nasce se i dati presenti nella partizione del tuo hard disk sono frammentati. In questo caso, sia il sistema operativo, sia i programmi che si avviano in automatico hanno difficoltà ad accedere ai loro specifici dati in tempi brevi in quanto questi sono per l’appunto frammentati.

La deframmentazione è un processo quindi che può fare la differenza nell’avvio di un PC, in quanto permette di eliminare la frammentazione e ottimizzare i tempi di accensione. Puoi quindi decidere di avviare la procedura di deframmentazione sull’hard disk del tuo computer per ridurre, anche se di poco, i tempi di accensione. Ti ricordo però di non eseguire questa procedura di deframmentazione in caso di SSD, in quanto questi dispositivi non la richiedono.

Detto questo, se vuoi sapere come effettuare questa procedura, ti consiglio di leggere le righe successive, dove ti spiegherò come utilizzare lo strumento di Windows adibito a questo scopo.

Fai clic sull’icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento (Cerca) e digita deframmenta e ottimizza unità. Nei risultati che ti appariranno a schermo, dovrai fare clic su quello che corrisponde al tuo termine di ricerca.

Nella finestra che ti verrà mostrata, fai clic sulla partizione che vuoi analizzare per vedere se sono presenti dati frammentati e poi fai clic sul pulsante Analizza. Ad analisi completata, fai clic sul pulsante Ottimizza.

Puoi anche provvedere a programmare un’ottimizzazione periodica delle partizioni del tuo hard disk, così da essere sicuro di non incorrere mai in problemi di frammentazione dei dati. Per fare ciò fai clic sul pulsante Modifica impostazioni e metti il segno di spunta nella casella Esegui in base a una pianificazione.

Seleziona quindi se eseguire la procedura Ogni giorno, Ogni settimana oppure Ogni mese (personalmente non ti consiglio una procedura giornaliera, in quanto questa potrebbe rallentare il tuo PC). Quando hai fatto, fai clic sul pulsante Ok per confermare.

Esistono poi anche dei programmi che puoi utilizzare per deframmentare i tuoi dati: te ne ho parlato in questa mia guida intitolata come deframmentare il PC.

Ottimizza la cartella Prefetch

I file temporanei che ogni volta vengono generati nel tuo PC di per sé non comportano un rallentamento sostanziale dell’avvio del tuo sistema operativo. Un discorso a parte sono invece i dati temporanei generati nella cartella Prefetch, una cartella che contiene tutte le informazioni per la corretta e ottimizzata esecuzione sia dei software che del sistema operativo stesso.

Attenzione però: questo non significa che devi disabilitare la funzione Prefetch di Windows e nemmeno che devi svuotare questa cartella (manualmente o utilizzando un software per eseguire entrambe le operazioni). Quello che ti consiglio di fare, invece, è di cancellare i file più vecchi e obsoleti presenti in Prefetch per garantire un’ottimizzazione di questa funzionalità di Windows.

Per svolgere questo scopo in maniera rapida puoi per esempio installare dei software come CCleaner che si occupano della pulizia e ottimizzazione del computer. Nella mia guida su come liberare spazio su disco ti ho parlato nel dettaglio delle funzionalità di questo software e di come effettuare il suo download e la sua installazione; ti consiglio quindi di leggere attentamente il mio articolo indicato.

Dopo averlo scaricato, installato e aver preso confidenza con l’interfaccia intuitiva di questo software, fai quindi clic sul pulsante Pulizia, che si trova nella barra di destra, e seleziona la tab Windows. Scorri la lista di voci e assicurati che nella sezione Avanzate sia attiva la casella Vecchi dati prefetch.

Aggiorna i componenti hardware del PC

Se il PC è particolarmente datato, gli accorgimenti di cui ti ho appena parlato potrebbero non essere efficaci. In questo caso, devi optare per sostituzione del computer oppure per un aggiornamento dei componenti hardware presenti nel tuo PC; sicuramente queste ultime operazioni potrebbero risolvere i tuoi problemi.

Per velocizzare il computer all’accensione potresti valutare la sostituzione del processore e di conseguenza anche della scheda madre e anche delle RAM. Bisogna però considerare che componenti hardware più potenti richiederanno anche un alimentatore più grande: a volte, in caso di computer vecchi una sostituzione tira l’altra e la soluzione più semplice (e più economica), potrebbe essere quella di sostituire completamente l’intero PC:

In alternativa, se hai un budget limitato, orientati sulla semplice sostituzione de disco rigido in favore di un SSD: questo potrebbe ridurre notevolmente i tempi di avvio.

Per finire, ti consiglio quindi di visionare le mie guide sulle RAM da installare sul tuo PC e sui migliori SSD per approfondire questo complicato argomento legato all’aggiornamento hardware.

author
Author: 
    Come risolvere i problemi del PC
    Come risolvere i problemi del PC
    Il tuo computer ultimamente è parecchio lento
    Come velocizzare il computer all’avvio
    Come velocizzare il computer all’avvio
    Il tuo computer preistorico incomincia a mostrare
    Come velocizzare il computer
    Come velocizzare il computer
    Ormai ci hai fatto l’abitudine: premi il
    Come velocizzare il PC all’avvio
    Come velocizzare il PC all’avvio
    La vuoi sentire una barzelletta? Allora, ci

    Leave a reply "Come velocizzare il computer all’accensione"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: