Contapassi: come funziona

In Altro su Hardware 28 views

Dato che ci tieni alla tua forma fisica e alla tua salute, ti sei posto l’obiettivo di percorrere ogni giorno almeno 10.000 passi. Per raggiungere questa meta, ritenuta da più parti lo standard minimo per mantenersi in forma, vorresti comprare un contapassi o utilizzare il tuo smartphone a mo’ di pedometro e prima di fare ciò vorresti avere qualche informazione in più in merito al funzionamento di questo genere di dispositivi. Beh, in tal caso sono felice di dirti che sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò come funziona un contapassi e quali accortezze bisogna avere prima di iniziare a utilizzarne uno. Oltre a ciò, ti illustrerò nel dettaglio il funzionamento di alcune applicazioni per dispositivi mobili che, sfruttando i sensori integrati nello smartphone, permettono di trasformare quest’ultimo in un podometro.

Ti ho incuriosito e ora vorresti saperne di più sull’argomento? Allora cosa aspetti? Concentrati sulla lettura dei prossimi paragrafi e, dopo aver appreso il funzionamento dei contapassi, scarica e prova sul tuo dispositivo le app che ti segnalerò e che ti permetteranno di monitorare le tue passeggiate. Sono sicuro che, al termine di questa lettura, sarai ancora più determinato a raggiungere gli obiettivi che ti sei posto e il tuo contapassi diventerà il tuo fido “compagno di viaggio”. Buona lettura!

Indice

Come funziona un contapassi

Il contapassi, conosciuto anche con il nome di pedometro, è un dispositivo che, come indica il suo stesso nome, ha il compito di contare i passi effettuati dall’utente. Ce ne sono di diversi tipi: da polso, da caviglia, da braccio, etc. ma, sostanzialmente, i meccanismi del loro funzionamento ci permettono di suddividerli in due grandi categorie.

  • Contapassi meccanici — i primi pedometri meccanici ospitavano al loro interno un piccolo pendolo che, ad ogni passo compiuto, oscillava avanti e indietro facendo registrare a un semplice contatore il passo eseguito dall’utente. Piccola curiosità: sai chi fu uno dei primi a sviluppare l’idea di un contapassi meccanico? Leonardo Da Vinci, proprio lui! Oggi la popolarità dei contapassi meccanici ha subìto una flessione, “colpa” dei contapassi digitali, di cui sto per parlarti proprio ora.
  • Contapassi digitali — funzionano, per certi versi, in modo molto simile a quelli meccanici. Anche quelli digitali, infatti, integrano al loro interno un pendolo in metallo che, nel momento in cui l’utente fa un passo, esegue un movimento rilevato da un contatore situato al loro interno. A differenza dei contapassi meccanici, però, quelli digitali spesso mostrano i dati su un display LCD e talvolta permettono di monitorare la frequenza cardiaca, la distanza percorsa, le calorie bruciate e altri parametri ancora.

Con l’avvento degli smartphone e dei wereable (smartwatch, smartband, etc.), è possibile conteggiare i passi effettuati nel corso della giornata utilizzando anche i propri device “abbinati” ad alcune applicazioni specifiche (di cui ti parlerò più avanti, sempre in questo post). Come fanno questi device a conteggiare il numero di passi effettivamente eseguiti dall’utente? Detto in “soldoni”, leggono i dati provenienti da alcuni sensori integrati nel dispositivo stesso, ad esempio il GPS, che è quello che permette di conoscere la posizione geografica del dispositivo e di calcolare i percorsi effettuati da quest’ultimo tramite un sistema satellitare, e l’accelerometro, che invece permette di determinare come viene mosso il dispositivo su vari assi. Combinando i dati catturati da questi elementi, le app che fungono da podometro riescono a monitorare la distanza percorsa dall’utente, i movimenti effettuati da quest’ultimo e, di conseguenza, calcolano il numero dei passi che si effettuano.

Per fare in modo che i dati registrati dal contapassi (sia esso meccanico, digitale o da un dispositivo mobile utilizzato a mo’ di pedometro) siano il più accurati possibile, l’utente prima di utilizzarlo deve aver cura di configurarlo nel modo corretto inserendo l’esatta lunghezza del suo passo. Questo è un aspetto di fondamentale importanza, in quanto da questo dato dipenderà l’accuratezza delle misurazioni effettuate dal dispositivo.

App per contapassi

Se hai deciso di utilizzare il tuo smartphone a mo’ di contapassi, sicuramente ti interesserà sapere quali sono alcune delle migliori app che è possibile utilizzare a tale scopo. Nei paragrafi che seguono non mi limiterò a elencartene qualcuna, ma ti illustrerò nel dettaglio anche il loro funzionamento. Provale insieme a me e scegli quelle che, secondo te, sono le migliori per le tue circostanze.

Runtastic Pedometer Contapassi (Android/iOS)

Runtastic Pedometer Contapassi è una delle prime applicazioni che dovresti provare se vuoi contare i passi utilizzando il tuo dispositivo. L’app, realizzata da Runtastic e compatibile con Android ed iOS, offre molteplici funzioni interessanti che permettono di calcolare le distanze percorse, le calorie bruciate e ricevere degli avvisi sonori ogni 1.000 passi effettuati. Di base, l’app è gratuita, ma alcune funzioni (es. la frequenza media del passo e le calorie bruciate) possono essere sbloccate acquistando la versione Pro dell’app, che costa 1,99 euro.

Se hai già scaricato Runtastic Pedometer Contapassi sul tuo device, avvia subito la app e fai tap sul bottone Registrati per creare il account Runtastic utilizzando il tuo indirizzo e-mail. Se preferisci, puoi registrarti anche tramite il tuo account Google o Facebook: basta fare tap sui rispettivi pulsanti.

A login effettuato, fai tap sul bottone verde Start/Stop per avviare l’attività o stopparla una volta che avrai finito di camminare. Al termine della tua camminata, Runtastic Pedometer Contapassi ti mostrerà un riepilogo nel quale sarà indicato il numero totale dei passi eseguiti, la durata dell’attività, la distanza totale percorsa, la velocità media, il ritmo medio, la frequenza media del passo (solo nella versione Pro) e le calorie bruciate (solo nella versione Pro). Potrai visualizzare tutti i dati sopraccitati nella scheda Diario (situata nella schermata principale dell’app) e potrai condividerli con il tuo personal trainer o con i tuoi amici pigiando sull’apposito pulsante Condividi (in alto a destra).

Prima di utilizzare Runtastic Pedometer Contapassi, ti suggerisco di modificare la lunghezza del passo, la sensibilità del pedometro e le tue informazioni personali pigiando sul simbolo (…) per accedere alle Impostazioni. Così facendo, le misurazioni che verranno fatte dall’app saranno più accurate e precise.

Pacer (Android/iOS)

Una delle applicazioni per contapassi più apprezzate è Pacer, una soluzione semi-gratuita disponibile per AndroidiOS, grazie alla quale è possibile contare i passi, monitorare le calorie bruciate e creare gruppi di allenamento per sfidare i propri amici. Pacer permette anche di avere una visualizzazione completa dei propri record personali e dell’analisi della propria attività fisica, ma per accedere a queste feature è richiesto l’acquisto in-app di alcuni elementi a partire da 0,49 euro o, in alternativa, la sottoscrizione dell’abbonamento Premium a partire da 4,49 euro al mese. Altra cosa importante da sottolineare è che Pacer si integra perfettamente con Apple Watch, il che permette di monitorare la propria attività direttamente dall’orologio “made in Cupertino”.

Se hai deciso di provare Pacer e hai già provveduto a effettuare il download dell’app, avviala subito, pigia sul pulsante Sono un Nuovo Utente e segui la procedura guidata per portare a termine la creazione di un account gratuito: ti verrà chiesto di indicare il tuo sesso di appartenenza, il tuo anno di nascita e altre informazioni che permetteranno a Parer di impostare un piano adatto alle tue caratteristiche. Dopo aver immesso tutti i dati richiesti, effettua la registrazione utilizzando la tua e-mail o il tuo account Facebook.

A login effettuato, scegli se utilizzare la versione free di Pacer o se provare gratis la versione Premium per 7 giorni e, una volta giunto nella schermata principale dell’app, pigia su una delle voci in basso per muoverti fra i vari menu della stessa: Io, per visualizzare i tuoi record personali, monitorare la tua media giornaliera e modificare la lunghezza del tuo passo o altre impostazioni; Tendenze, per visualizzare alcune statistiche generali riguardanti i passi eseguiti, le distanze percorse, le calorie bruciate e quant’altro; Pianifica, per pianificare i tuoi allenamenti quotidiani o Esplora, per creare gruppi e sfidare i tuoi amici.

Ora che ti ho illustrato per sommi capi le varie sezioni di Pacer, sei pronto per utilizzare l’app! Pigia quindi sull’icona della scarpetta situata al centro dello schermo, fai tap sul simbolo del triangolo per avviare il contapassi e sul simbolo pausa per stopparlo. Nel quadrante che compare a schermo, ti verranno indicati il numero di passi fatti, il tuo livello di attività (es. sedentario), i chilometri percorsi, le calorie bruciate e altre informazioni utili.

Pedometro – Accupedo (Android/iOS)

Un’altra applicazione-contapassi che ti suggerisco di provare sul tuo device Android o iOS è Pedometro – Accupedo, caratterizzata da un’interfaccia accattivante e al tempo stesso di facile utilizzo grazie alla quale è possibile contare i passi, visualizzare grafici delle distanze percorse, delle calorie bruciate e scoprire altri dati interessanti. Non tutte le feature di Accupedo sono gratuite: per sbloccare, ad esempio, il grafico e le funzioni di database, bisogna acquistare la versione Pro dell’app, che costa 3,99 euro su Android e 4,49 euro su iOS.

Dopo aver scaricato Accupedo, avvia la app, pigia sul simbolo () e, nel menu che compare sulla sinistra, premi sulla voce Impostazioni per modificare alcune delle tue impostazioni personali, in primis la lunghezza del tuo passo. Così facendo le statistiche che ti verranno mostrate saranno più accurate e precise.

Dopo aver personalizzato le impostazioni dell’app, inizia a camminare: Accupedo rileverà in modo automatico i tuoi passi e ti mostrerà in tempo reale tutte le statistiche che riguardano la tua attività direttamente nella sua schermata iniziale.

Se hai necessità di mettere il contapassi in pausa (magari perché devi fare un tragitto in auto o in treno), fai tap sul simbolo dell’anello situato al centro dello schermo per stoppare momentamente il conteggio dei passi (non dimenticarti poi di riattivarlo appena riprendi a camminare a piedi!).

Per visualizzare i dati riguardanti la tua attività giornaliera, settimanale, mensile o annuale, fai tap sull’icona del grafico posizionato in alto a destra. Per visualizzare uno storico dei tuoi progressi, invece, pigia sull’icona del calendario.

Altre app per contapassi

Ci sono tantissime altre applicazioni che possono permetterti di contare i passi. Se quelle che ti ho elencato nei paragrafi precedenti non ti hanno particolarmente soddisfatto, perché non dai un’occhiata a quelle elencate qui sotto? Sono sicuro che ne troverai almeno qualcuna che possa fare al caso tuo.

  • Noom Walk (Android/iOS) — questa app-contapassi è diventata famosa perché, a differenza delle sue “colleghe”, consuma pochissima batteria: in 24 ore d’utilizzo spreca non più del 2% circa di carica. L’algoritmo di Noom Walk, infatti, non monitora l’attività dell’utente ricorrendo al GPS, bensì analizzando i dati provenienti dall’accelerometro. Se vuoi avere maggiori dettagli su come utilizzare questa soluzione gratuita al 100%, leggi pure la guida in cui parlo delle app per contare i passi.
  • Pedometro (Android/iOS) — se cerchi un’app che sia semplice da utilizzare, questa potrebbe essere l’alternativa che fa al caso tuo. Pedometro raggruppa in un’unica schermata tutti i dati riguardanti la propria attività: dalle calorie bruciate alle distanze percorse e, naturalmente, il numero di passi effettuati. Per maggiori dettagli su come utilizzare Pedometro, leggi pure il tutorial in cui parlo delle app per contare i passi.
  • StepsApp Contapassi (Android/iOS) — se vuoi un’app che sia divertente da utilizzare, forse questa è la soluzione più adatta a te. StepsApp Contapassi, infatti, è caratterizzata da un’interfaccia che presenta animazioni in molti dei suoi menu, soprattutto in quelli in cui sono presenti dati statistici. Anche StepsApp, come le app citate nelle righe precedenti, permette di contare i passi, le calorie bruciate, etc. È ottimizzata per Apple Watch, permettendo così di monitorare i dati direttamente dal proprio polso, ma per accedere a tutte le feature integrate è necessario effettuare acquisti in-app a partire da 2,39 euro per elemento su Android e 3,49 euro per elemento su iOS.
author
Author: 
    Telecamera IP: come funziona
    Telecamera IP: come funziona
    Stai allestendo un sistema di videosorveglianza per
    Come pulire il Mac
    Come pulire il Mac
    Rimuovere sporcizie varie dal Mac è un’operazione
    Migliore scheda video
    Migliore scheda video
    Se stai assemblando un nuovo PC da
    Miglior TV Box
    Miglior TV Box
    Dopo aver letto il mio post su

    Leave a reply "Contapassi: come funziona"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: