in Nord America abbonamenti pirata per 6,5% di famiglie

In Media, Pirateria 24 views

Basta farsi un giro online per trovare annunci e offerte di servizi televisivi a prezzi irrisori e comprensivi di centinaia, migliaia di canali. Tutti canali per la televisione a pagamento, a cui è facile abbonarsi per pochi dollari in tutto il mondo.

 

C’era un’offerta su Kijiji che riportava più o meno il seguente messaggio: “Perché pagare di più quanto puoi avere oltre 3000 canali a soli 15 dollari al mese?”. Si tratta di rivenditori di terze parti che vendono pacchetti tv a pagamento commettendo un reato e dando vita ad un mercato nero di grandi proporzioni.

 

Tiesse, innovazione made in Italy

Un recente studio Sandvine calcola in 8,5 milioni le famiglie americane che hanno attivato abbonamenti tv pirata, il 6,5% delle famiglie degli Stati Uniti.

Il documento si riferisce un po’ a tutto il Nord America e propone degli scenari, soprattutto ipotizzando i diversi prezzi degli abbonamenti pirata offerti in rete.

 

Se il costo medio si aggira tra i 10 ed il 20 dollari, e assumendo un ipotetico prezzo di 15 dollari a pacchetto, ecco che moltiplicando il numero delle famiglie per il costo dell’abbonamento pirata (a sua volta moltiplicato per 12 mesi) si ottiene anche una cifra approssimata del danno complessivo apportato al mercato delle pay tv in Nord America, che potrebbe essere anche superiore a 1,5 miliardi di dollari l’anno.

Il Report calcola che ogni pacchetto tv costi 50 dollari, in questo caso il danno al mercato è ben superiore e sale a 4,2 miliardi di dollari.

 

I servizi televisivi pirata “rappresentano una grandissima minaccia per le industrie culturali statunitensi e canadesi”, ha affermato a CBC News Dan Deeth, portavoce di Sandvine, “perché sono soldi che sono stati illecitamente sottratti al mercato legale, danneggiando le imprese che investono nel settore dell’audiovisivo, in quelle dell’intera filiera, mettendo a repentaglio posti di lavoro”.

 

Senza considerare altri problemi non direttamente valutabili in termini economici e commerciali: “Questi pirati rubano letteralmente contenuti che appartengono ad altri, ci lucrano sopra, occupano banda e si appropriano anche dei dati personali degli utenti che si registrano alle loro piattaforme, violando sistematicamente la privacy”.

author
Author: 
    BreakingDigital. Il Pulitzer torna a casa? (Video commento)
    BreakingDigital. Il Pulitzer torna a casa? (Video commento)
    La vittoria delle grandi testate americane ci

    Leave a reply "in Nord America abbonamenti pirata per 6,5% di famiglie"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: