Microsoft e i videogiochi, sapevate che non ci sono solo Windows e Xbox?

Microsoft, diversamente da altre aziende concorrenti, ha sempre avuto un approccio più aperto nella pubblicazione del proprio software, considerando anche piattaforme e sistemi concorrenti per la pubblicazione dei propri prodotti.

Microsoft e i videogiochi

Nella storia videoludica di Microsoft è possibile individuare diversi titoli sviluppati e pubblicati da proprietà Microsoft su piattaforme concorrenti, ovvero all’infuori di Windows, Windows Mobile e Xbox. In questo articolo vi mostreremo i titoli più importanti classificabili in questa categoria.

Titoli su GameBoy Advance e Nintendo DS sviluppati da Rare

Pur dopo l’acquisizione di Rare da parte di Microsoft avvenuta nel 2002, la casa inglese ha pubblicato diversi titoli su GameBoy Advance e Nintendo DS.

Tra i videogame pubblicati, possiamo individuare sia IP di Rare/Microsoft – Grazie ad un accordo con THQ – che giochi licenziati da Nintendo. Ecco alcuni esempi:

  • Banjo-Kazooie: Grunty’s Revenge – pubblicato da THQ nel 2003 per Game Boy Advance.
  • Sabre Wulf – pubblicato da THQ nel 2004 per Game Boy Advance.
  • Banjo-Pilot – pubblicato da THQ nel 2005 per Game Boy Advance.
  • It’s Mr. Pants – pubblicato da THQ nel 2005 per Game Boy Advance.
  • Donkey Kong Country – pubblicato da Nintendo nel 2003 per Game Boy Advance.
  • Donkey Kong Country 2 – pubblicato da Nintendo nel 2004 per Game Boy Advance.
  • Donkey Kong Country 3 – pubblicato da Nintendo nel 2005 per Game Boy Advance.
  • Diddy Kong Racing DS – pubblicato da Nintendo nel 2007 per Nintendo DS.
  • Viva Piñata: Pocket Paradise – pubblicato da THQ nel 2008 per Nintendo DS.

Nessun altro titolo è poi stato sviluppato o licenziato per altre console Nintendo e nessuno di questi titoli è stato incluso in Rare Replay.

Casual games per cellulari e tablet

Microsoft Casual Games è una divisione interna di Microsoft Studios dedicata principalmente allo sviluppo di giochi da tavolo o semplici giochi di carte.
Lo studio, negli ultimi anni, non ha solo ricreato grandi classici come Solitario o Prato Fiorito, ma ha anche sviluppato e pubblicato titoli nuovi come Wordament e Snap Attack.
Diverse IP sono approdate anche su Android e iOS, ma nessuna esclusiva rispetto a Windows e Windows Mobile.

Minecraft e Minecraft Story Mode

Un’altra importante acquisizione da parte di Microsoft è stata quella di Mojang, avvenuta nel settembre del 2014. La casa di sviluppo svedese è famosa per essere la creatrice di Minecraft, uno dei giochi più venduti della storia del medium.
Anche dopo l’acquisizione, Mojang ha continuato a sviluppare e pubblicare il gioco per le principali piattaforme, come Nintendo 3DS, Nintendo Switch, PlayStation4, Android e iOS, affidandosi anche a terzi come 4J Studios e Telltale.

Giochi creati da Press Play

Anche Press Play, come Rare e Mojang, è stata una casa di sviluppo acquisita da Microsoft, con l’acquisizione avvenuta nel 2012.
Tra i titoli rilasciati durante la proprietà Microsoft, ci sono i due Tentacles (Enter the Dolphin e Enter the Mind), Max: The Curse of Brotherhood e Kalimba. Oltre alle piattaforme Microsoft, questi titoli hanno visto la luce anche sulle piattaforme concorrenti.
A marzo del 2016, Microsoft ha annunciato la chiusura di Press Play, trasferendone le IP alla nuova Flashbulb, azienda fondata dagli stessi fondatori di Press Play.
L’azienda danese sta continuando a supportare le proprie IP, rilasciando diversi prodotti su altre piattaforme. Notizia recente è l’annuncio della pubblicazione di Max: The Curse of Brotherhood anche su Playstation 4.

Titoli Arcade e Entertainment Microsoft degli anni 90

Facciamo un salto negli anni 90. Quando ancora Xbox non esisteva e Windows muoveva i primi passi, Microsoft ha creato, pubblicato o rilasciato diversi giochi casual e arcade. Ovviamente tutti questi titoli erano disponibili per Windows, mentre alcuni di essi sono stati pubblicati anche su GameBoy Color o Macintosh.

  • Microsoft Entertainment Pack: The Puzzle Collection
    • Rilasciato nel 1997.
    • Piattaforme: Windows e GameBoy Color.
    • Sviluppato da Mir – Dialogue (Windows) e Conspiracy Entertainment (GBC).
    • Pubblicato da Microsoft.
    • Include giochi disegnati da Alexey Pajitnov, celebre creatore di Tetris.
  • Best of Microsoft Entertainment Pack
    • Rilasciato nel 1995 (Windows), 2001 (GBC).
    • Piattaforme: Windows e GameBoy Color.
    • Sviluppato da: Microsoft (Windows),  Cryo Interactive (GBC) e Saffire Corporation (GBC).
    • Pubblicato da Microsoft.
  • Microsoft Pinball Arcade
    • Rilasciato nel 1998.
    • Piattaforme: Windows e GameBoy Color
    • Sviluppato da Microsoft (Windows), Saffire Corporation (GBC).
    • Pubblicato da Microsoft (Windows, Classified Games (GBC).
  • Microsoft Arcade
    • Rilasciato nel 1993.
    • Piattaforme: Windows e Macintosh.
    • Sviluppato e pubblicato da Microsoft. Include contenuti di Atari e Namco.

Microsoft flight simulator

Decisamente meno casual è Microsoft Flight Simulator. Il celebre simulatore di volo rilasciato per la prima volta nel 1982, oltre alle versioni DOS e Windows, ha visto una release su Macintosh.
L’ultima versione pubblicata è Microsoft Flight Simulator X Steam Edition, con la pubblicazione curata da Dovetail Games nel 2014.

Age of Empires

Lo strategico in tempo reale, nei diversi capitoli e spin-off, è stato rilasciato su numerose piattaforme, inclusi Mac OS, Mac OS X, Playstation 2, N-Gage, Android e iOS.
I diversi titoli della serie sono stati sviluppati da Ensemble Studios, una software house anch’essa acquisita da Microsoft nel 2001 e che ha contribuito alla creazione di altri strategici in tempo reale come Age of Mythology e il primo Halo Wars.
Dopo la chiusura dei lavori di sviluppo nel 2009, altre case come Big Huge Games e Robot Entertainment hanno sviluppato altri titoli del franchise. Il prossimo capitolo principale – Age of Empires IV – verrà sviluppato da Relic Entertainment.
La pubblicazione dei titoli è stata curata sia da Microsoft (PC e Macintosh) che da altre aziende come Konami, MacSoft, Glu, Destineer.

Siete d’accordo con questa storica apertura da parte di Microsoft? Ci sono altri titoli che meritano che non abbiamo considerato in questa raccolta? Fateci sapere nei commenti.

Articolo di Windows Blog Italia

author
Author: 
    Apple guadagna oltre 1200 euro al secondo
    Apple guadagna oltre 1200 euro al secondo
    Secondo i dati del 2016, Apple guadagna

    Leave a reply "Microsoft e i videogiochi, sapevate che non ci sono solo Windows e Xbox?"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: