Microsoft Malicious Software Removal Tool


Windows Malicious Software Removal Tool è uno strumento sviluppato da Microsoft per la protezione dei computer basati sul sistema operativo Windows, in grado di supportare anche la versione 10. Esso ha infatti l’obiettivo di fungere da tool di analisi per individuare la presenza di software potenzialmente pericolosi per la sicurezza, appoggiandosi ai database messi a disposizione dal gruppo di Redmond circa virus, malware ed altre tipologie di contenuti infettivi.

Windows Malicious Software Removal Tool non si propone come alternativa agli antivirus, indispensabili per incrementare il livello di protezione del proprio computer, bensì come utile riferimento qualora si desideri effettuare una scansione del PC utilizzando un software diverso per accertarsi che quanto segnalato dal proprio antivirus corrisponda al vero. A differenza di quest’ultimo, poi, non è in grado di funzionare in tempo reale, motivo per cui è necessario richiedere manualmente una scansione per poter verificare la natura di un file.

Installare Windows Malicious Software Removal Tool

Per utilizzare Windows Malicious Software Removal Tool è necessario scaricare il pacchetto offerto da Microsoft, il cui peso è circa di 16 MB. Al termine del download è possibile quindi eseguirlo direttamente, senza alcune procedura di installazione. Aprendo il file scaricato viene infatti mostrata una finestra che fornisce informazioni circa lo stato di avanzamento della procedura di decompressione degli archivi e copia dei file necessari all’esecuzione del tool.

Terminata tale procedura, la quale richiede in genere pochi secondi ed è del tutto trasparente all’utente, ci si trova dinanzi alla vera e propria interfaccia di questo software, la quale è di semplice utilizzo e piuttosto immediata. Una prima finestra mostra una serie di avvisi e link a riferimenti utili per comprendere maggiori informazioni sullo strumento in questione, mentre la seconda finestra consente di selezionare la tipologia di scansione da effettuare.

In pochi click, insomma, è possibile lanciare questo software e consentirgli di analizzare i file presenti sul proprio disco rigido per verificare la presenza di infezioni di vario tipo.

Effettuare una scansione

Come detto, effettuare una scansione con Windows Malicious Software Removal Tool è davvero molto semplice. Dopo aver avviato il pacchetto scaricato ed aver superato la prima schermata, l’interfaccia grafica propone tre diverse soluzioni:

  • scansione rapida: questa tipologia di scansione è probabilmente la più adatta ai meno esperti, benché certamente non la più efficace. Essa infatti prevede un’analisi delle cartelle ove con maggiore probabilità potrebbero essersi annidati malware e virus, rendendo quindi l’intera operazione particolarmente rapida e non richiedendo alcuna configurazione da parte dell’utente;
  • scansione completa: in questo caso, invece, l’intero sistema viene analizzato per verificare, file dopo file, che non vi siano infezioni. A seconda delle prestazioni offerte dal proprio computer e dal numero di file presenti, tale operazione può richiedere un tempo che in alcuni casi può raggiungere anche diverse ore e può rallentare l’utilizzo di altri software. Il consiglio è quindi quello di eseguire la scansione completa quando non si ha l’esigenza di utilizzare il computer in maniera continuativa per lunghi periodi, soprattutto con software che necessitano di ingenti risorse. Una soluzione può esser quindi quella di avviare la scansione completa durante la notte, così da trovare il resoconto completo al proprio risveglio;
  • scansione personalizzata: la terza opportunità è quella di scegliere manualmente quale cartella analizzare, selezionandola attraverso un pulsante posto immediatamente sotto la voce in questione. Questa opzione può rivelarsi particolarmente utile qualora si intenda analizzare file scaricati dal Web, oppure il contenuto di una chiavetta USB potenzialmente infettata.

In generale, questo strumento si è rivelato in diverse occasioni particolarmente efficiente, benché in media i tradizionali software antivirus, soprattutto quelli più noti, abbiano a disposizione un database di definizioni decisamente più fornito. Secondo Microsoft, tuttavia, nel solo primo anno di vita questo strumento ha rimosso oltre 16 milioni di infezioni da 5,7 milioni di PC, con una media di un software maligno individuato ogni 311 computer sui quali viene eseguito.

Si tratta insomma di una valida soluzione per incrementare ulteriormente il livello di protezione del proprio computer, benché vada sottolineato nuovamente come Windows Malicious Software Removal Tool non rappresenti un’alternativa ai classici antivirus, bensì un tool complementare ad essi in grado di fornire un’ulteriore barriera tra le infezioni ed il proprio computer.

author
Author: 
    mkvmerge
    mkvmerge
    Mkvmerge o Mkvtoolnix è un potente strumento
    GraphDB
    GraphDB
    GraphDB è un applicativo finalizzato alla gestione
    Zero Install
    Zero Install
    Zero Install La recensione di Zero
    Mobizen Screen Recorder – Record, Capture, Edit
    Mobizen Screen Recorder – Record, Capture, Edit
    Mobizen Screen Recorder – Record, Capture,

    Leave a reply "Microsoft Malicious Software Removal Tool"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: