Samsung Gear Sport: La Recensione

In indossabili, Recensione, Recensioni, Samsung, smartwatch 45 views
SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Ecco la recensione completa del nuovo smartwatch Samsung Gear Sport, dedicato agli sportivi ma ideale anche per chi vuole le notifiche dello smartphone direttamente al polso

Dopo averlo testato a fondo, siamo pronti per proporti la recensione del nuovo smartwatch Samsung Gear Sport, un prodotto molto interessante che risulta essere un perfetto mix tra sportwatch e smartwatch: non è il migliore in questa categoria, ma sicuramente se la gioca alla grande con i concorrenti, anche perché un ottimo fitness tracker (non sempre preciso però).

Ma procediamo con calma e andiamo alla recensione del nuovissimo Samsung Gear Sport, anche perché le cose da raccontare su questo dispositivo sono davvero tante.

Se però non vuoi leggerti tutta la recensione, ecco un breve riassunto.

  • Design
  • Look & Feel
  • Cinturini intercambiabili
  • Impermeabile
  • Tiene traccia del nuoto
  • Si integra con tantissime app di terze parti
  • Microfono per le chiamate vocali
  • Il sensore dei battiti cardiaci non è sempre perfetto
  • Batteria migliorabile
  • Non sempre preciso e affidabile con il GPS

Introduzione

Samsung Gear Sport vuole essere lo smartwatch di Samsung per a tutti, soprattutto per quelli che ritengono il Gear S3 troppo grande o troppo caro. Questo Samsung Gear Sport rappresenta infatti la naturale evoluzione di Gear S2, è un prodotto ibrido tra smarwatch e fitness tracker che però ha tutte le funzioni del Gear S3 (e quelle del Gear Fit2 Pro) e viene venduto a circa 350€. Sulla carta è molto interessante, ma vale i soldi che costa?

Caratteristiche Tecniche

Lato hardware, questo Samsung Gear Sport ha:

  • display da 1.2 pollici 360 x 360 AMOLED circolare (302 pixel per pollice) + protezione Gorilla Glass 3
  • processore dual core 1.0GHz processor
  • 768 MB RAM
  • 4 GB memoria interna (per app, musica e altro)
  • Bluetooth 4.2
  • WiFi 802.11 a/b/g/n
  • GPS
  • NFC
  • OS Tizen 3.0
  • 300mAh batteria (secondo Samsung dura vari giorni)
  • certificazione MIL-STD-810G
  • impermeabile fino a 5 ATM (50 metri profondità)
  • dimensioni 42.9 x 44.6 x 11.6mm
  • peso 50 grammi
  • disponibile in nero e blu

Segnalo che il device è compatibile con tutti gli smartphone Android, non solo con i Samsung. Si connette allo smartphone tramite app dedicata (da scaricare gratis dal Play Store).

Hardware

Il primo elemento che notiamo quando tiriamo il Samsung Gear Sport fuori dalla scatola è il cinturino in silicone: il device è pensato per lo sport e per il fitness. Per quanto esteticamente sia curato ed elegante, deve essere comodo da tenere al polso durante l’attività fisica. Fortunatamente, comunque, il cinturino può essere cambiato con uno qualsiasi da 20mm. 

Ad ogni modo il cinturino in silicone non è affatto male.

Esteticamente il dispositivo è identico al Gear S3, solo più sottile. Ci sono 2 pulsanti fisici sulla destra e la ghiera superiore che ruota per interagire col sistema operativo. Sul retro, al centro, c’è il sensore dei battiti cardiaci. Aggiungo comunque che il retro sembra realizzato in plastica, cosa che rende un pò più povero questo Samsung Gear Sport; tutto il resto del dispositivo è realizzato in acciaio inossidabile molto bello, elegante e resistente. 

Passando allo schermo, questo risulta davvero fantastico: si legge bene, anche sotto al sole, è luminoso e i colori sono riprodotti molto bene. Soprattutto durante la corsa apprezzerai il fatto di poter leggere così bene le informazioni mostrate dal quadrante.

La ghiera rotante superiore invece funziona esattamente come su S3: benissimo. Ci permette di navigare nell’OS e di avviare le varie app presenti sul dispositivo in modo facile e veloce, ma soprattutto con estrema comodità.

Non c’è nulla da dire: l’hardware di questo Samsung Gear Sport è al top.

Software

Come anticipato, il sistema operativo è Tizen OS e questo è un bene: come ormai sappiamo, questo OS è veloce, snello, rapido e fluido. Ideale per uno smartwatch. E ormai è così ben collaudato che offre tantissime funzionalità avanzate che lo rendono migliore rispetto ai concorrenti e comunque alla pari di WatchOS di Apple (il sistema operativo di Apple Watch, molto simile a questo Tizen OS per certi versi).

Ricordo che questo OS rende Gear Sport compatibile con Android e iOS. 

Oltre a scorrere fluidissimo e velocissimo, l’OS rileva ovviamente calorie, passi, sonno,piani di scale saliti, zone dei battiti cardiaci, minuti di attività, meteo e tutto quello che ci si aspetta da un fitness tracker. Non mancano poi tutte le notifiche che dallo smartphone arrivano direttamente al polso.

Da apprezzare la perfetta integrazione con tantissime app presenti sul Play Store, che possono mostrare informazioni in tempo reale sull’orologio (come ad esempio informazioni su meteo, viaggi, traffico, eventi sportivi o altro). Una comodità da non sottovalutare e un punto di forza non indifferente rispetto agli altri concorrenti.

Parlando delle funzioni di fitness tracker, questo Gear Sport è stato “istruito” e conosce alcuni esercizi in modo da poterli rilevare in modo più preciso: camminata, bici e nuoto sono già pronti per essere rilevati ad esempio.

All’inizio di ogni sessione si possono impostare degli obiettivi: nel nuoto ad esempio si possono fissare dei giri da completare e durante l’attività possiamo sempre sapere a che punto ci troviamo del nostro allenamento. Parlando del nuoto in particolare possiamo conoscere il passo e i battiti, ma queste info sono disponibili per qualsiasi attività sportiva.

Sempre parlando di nuoto, da segnalare la partnership con Speedo per tracciare in modo ancora più accurato le attività (tramite Samsung Helath o dall’app Speedo On).

Se lo sport che stai facendo non è tra quelli in elenco, ovviamente è possibile tracciare anche altri esercizi manualmente.

Non dimentichiamo comunque che Gear Sport riesce ad accorgersi in totale autonomia quando inizi a fare sport diversi da corsa e camminata, una funzione utile per chi inizia ad allenarsi dimenticando di fare partire la rilevazione. Dalle Impostazioni dell’app Samsung Health possiamo inoltre attivare altri sport da monitorare, come sollevamento pesi o Ellittica.

Samsung ha anche realizzato dei programmi di allenamento composti da diverse attività, con video realizzati da coach professionisti: chi preferisce allenarsi in casa e ha a disposizione una TV che supporta il mirroring dallo smartphone, potrà vedere sullo schermo gli esercizi da ripetere e controllare le sessioni dallo smartwatch.

Insomma, lato fitness tracker abbiamo davvero tante funzionalità a disposizione.

Passando al lato smartwatch, niente di rilevante da segnalare: arrivano le notifiche da tutte le app e c’è il supporto al servizio Samsung Pay (grazie al chip NFC) per usare il dispositivo come metodo di pagamento, lasciando a casa lo smartphone.

Apps

Come anticipato, uno dei punti di forza di questo Gear Sport è rappresentato dalle app.

Samsung Health è un programma davvero completo che raccoglie tutte le info sull’attività sportiva che abbiamo registrato con lo smartwatch. Interessante notare che, tra le altre informazioni, tiene traccia del livello di glucosio, della pressione sanguigna ed altro ancora. Non manca poi la rilevazione delle informazioni classiche come sonno, acqua bevuta, passi, calorie ed altro. Ci sono così tante info da controllare che molte non le userai mai, ma comunque ci sono.

Abbiamo anche il rilevatore dei battiti cardiaci, che funziona bene ma non benissimo, soprattutto quando sei appena uscito dalla doccia o dalla piscina e il polso è molto bagnato. A livello di precisione, diciamo che sembra abbastanza affidabile, ma comunque sarà meno preciso di una qualsiasi fascia cardiaca da applicare al torace (Polar H7 ad esempio). I risultati sono comunque in linea con altri prodotti concorrenti, come Fitbit Ionic.

Ci sono poi tantissime altre app ottimizzate per Tizen OS che permettono di espandere le funzionalità di Gear Sport e di spingerlo al massimo.

Non mancherà ovviamente la possibilità di personalizzare le schermate dell’orologio scaricandone gratis tantissime altre, di scegliere quali app possono inviare notifiche all’orologio, di impostare delle risposte già pronte per SMS, WhatsApp e simili ed altro ancora.

Per la gioia di tutti coloro che vorrebbero andare a correre senza portarsi dietro lo smartphone, grazie ad una partnership con Spotify è possibile salvare offline le proprie playlist, che possono essere conservate nei 4GB di memoria del dispositivo. In alternativa potrai semplicemente copiare i tuoi MP3 sullo smartwatch e andare a correre lasciando a casa il telefono, collegando le cuffie bluetooth al dispositivo senza dipendere dall’intermediazione dello smartphone.

Infine, è possibile utilizzare Gear Sport anche per controllare le presentazioni Power Point e simili e le app per la realtà virtuale.

Batteria

Parlando di autonomia, ovviamente molto dipende dall’uso che si fa di questo Gear Sport. In generale comunque si arriva a sera con una singola carica, ma difficilmente si faranno 2 giorni. Diciamo che la batteria è nella norma. Si supera un giorno, compresa la notte, ma non si arriva al secondo.

Conclusioni

Il Samsung Gear Sport si piazza a metà tra Fit2 ed S3; per molti aspetti è migliore del Gear S2, soprattutto per quanto riguarda il fitness e la rilevazione delle informazioni sullo stato di salute. Nonostante i tanti aspetti positivi, questo Gear Sport non è perfetto, soprattutto analizzando le rilevazioni del GPS e dei battiti cardiaci, inferiori a concorrenti come Garmin.

Sicuramente questo Gear Sport è il miglior smartwatch mai realizzato da Samsung fino ad oggi, ma, come anticipato ad inizio recensione, non è il migliore in assoluto. Come smartwatch è molto valido, come fitness tracker è potente e completo, ma deve essere più accurato per convincere anche i veri sportivi ad abbandonare i loro mostri sacri.

Samsung Gear Sport: uscita e prezzo

Samsung Gear Sport è disponibile con la cassa in due colorazioni, blu e nero, ma Samsung si è sbizzarrita con i cinturini: ce ne sono 23 disponibili e, in ogni caso, Gear Sport è compatibile con i normali cinturini da 20 mm.

Samsung Gear Sport sarà in vendita da fine ottobre al prezzo di 349€.


Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:
author
Author: 
    Black Friday: i Super Sconti di GeekBuying
    Black Friday: i Super Sconti di GeekBuying
    Novembre è il mese degli affari su
    Moleskine Smart Writing, la recensione (foto e video)
    Moleskine Smart Writing, la recensione (foto e video)
    Emanuele Cisotti 16/11/2017 ore 15:25 – Aggiornato
    Recensione Ripetitore Wi-Fi Dodocool N300 doppia antenna
    Recensione Ripetitore Wi-Fi Dodocool N300 doppia antenna
    Dodocool oggi ci propone un ripetitore Wi-Fi

    Leave a reply "Samsung Gear Sport: La Recensione"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: