Social media nel 2018, i 6 must per le aziende

In Internet, social network 23 views

Come si può catturare l’attenzione di un cliente-consumatore che naviga sui social network principalmente dallo smartphone? In due modi: attraverso i video, più sono brevi più sono efficaci, e con inserzioni pubblicitarie realizzate ad hoc per essere fruiti sui dispositivi mobili. Ecco allora i trend del 2018 da seguire per le aziende che vogliono usare efficacemente i social network.

 

Il video sarà sempre più il contenuto più visto

Il video piace agli utenti perché immediato e di più facile fruizione rispetto al testo scritto, così viene ‘premiato’ anche dagli algoritmi dei social network che posizionano in testa al News Feed i contenuti video.  Lo confermano i dati: nel 2017, il 90% di tutti i contenuti condivisi sui social media è stato video. E più del 60% delle riproduzioni video sarà sul cellulare entro la metà del 2018, secondo le previsioni di Ooyala, azienda specializzata in software e servizi per lo streaming e la monetizzazione dei video.

 

Dunque nel 2018, la diffusione dei contenuti video aumenterà sensibilmente e gli inserzionisti seguiranno questa tendenza. Il video è il formato in più rapida crescita al mondo e raddoppia di anno in anno. Si prevede che entro il 2020 rappresenterà l’80% di tutto il traffico internet. Alla Social Media Week di Londra 2017, la Creative Strategist di Facebook, Kat Hahn ha avvertito: “Non fare video brevi non è un’opzione”. Decodificando il messaggio si capisce che la strada da seguire è produrre video brevi per veicolare qualsiasi tipo di messaggio, da quello istituzionale a quello commerciale.

 

Perché video brevi?

I primi tre secondi di un video sono cruciali. In questo lasso di tempo la curva dell’attenzione del consumatore-social è alla massima altezza, per cui i primi frame devono essere concepiti e montati con creatività e professionalità. Infatti un’altra parola chiave di quest’anno è la competenza: i brand si sfideranno a colpi di social soprattutto attraverso video accattivanti e ben confezionati, rispetto alla migliore offerta di acquisto. Nel 2018 vende chi emoziona con il videomarketing, non chi vende al prezzo più conveniente.

 

Realizzare contest in diretta sui social

Brand e digital marketer nel 2018 sfrutteranno ancora di più gli innumerevoli vantaggi offerti da Facebook Live e Instagram Stories. Per esempio l’ha già capito il produttore di zaini GORUCK che, utilizzando Facebook Live per trasmettere un contest di 48 ore, ha aumentano significativamente l’engagement perché la gara è stata vista in diretta da migliaia di follower.

 

Le storie su Instagram ‘pagano’

Nonostante abbiamo un solo anno di vita, le ‘Storie’ di Instagram sono già utilizzate da più di 200 milioni di persone ogni mese – più di 50 milioni di utenti in più rispetto a Snapchat, il pioniere originale del formato di storie sui social media. Il 2018 vedrà le Storie di Instagram crescere ancora più: in questi casi per le aziende c’è la possibilità di creare uno spot ‘mordi e fuggi’, perché questo formato dura davvero una manciata di secondi.

 

Personalizzare i formati

Nel 2018, saranno sviluppati ulteriori tool che forniscono gli insights dei canali social per permettere ai brand di personalizzare il più possibile la comunicazione pubblicitaria attraverso nuove modalità di racconto. Storytelling innovativi conquistano di più i Millennial, target importante per le aziende: infatti circa l’84% dei giovani non si fida della pubblicità tradizionale, mentre sono più attratti e influenzabili da un approccio più soft-selling e targettizzato.

 

 

Il targeting per dispositivi mobili

Quasi tutti i social media sono ora accessibili tramite dispositivo mobile. Facebook ottimizza ancora la sua esperienza desktop, ma la maggior parte delle energie del team è concentrata sulla fruizione dai dispositivi mobili. Secondo le previsioni entro il 2020 il 59% degli utenti statunitensi accederà a Facebook esclusivamente tramite cellulare e già da ora l’80% delle entrate pubblicitarie per il social network proviene da annunci per smartphone.

 

Dunque il 2018 sarà ancora di più mobile first, mobile video first.

 

Articolo tratto dall’eBook di key4biz’ I Tech trend 2018‘. Per scaricare l’eBook clicca qui.

author
Author: 
    Per Guadagnare Con YouTube Ti Servono Almeno 1000 Iscritti
    Per Guadagnare Con YouTube Ti Servono Almeno 1000 Iscritti
    Grandi cambiamenti per YouTube: stop alla monetizzazione
    MZCacheView
    MZCacheView
    MZCacheView Licenza Gratis
    Bitcoin, le previsioni del 2018 dei guru della Finanza
    Bitcoin, le previsioni del 2018 dei guru della Finanza
    Le cose da sapere prima di investire

    Leave a reply "Social media nel 2018, i 6 must per le aziende"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: