Supporto accesso remoto multiplo a desktop e app in arrivo con Redstone 5

windows 10 multi desktop

Microsoft ha annunciato all’inizio di questo anno che l’azienda è al lavoro su nuovi modi per fornire funzionalità di virtualizzazione desktop ed app per Windows 10 e che le stesse sarebbero state rese disponibili nel corso del 2018.

Nuove funzionalità accesso remoto

Il servizio Remote Desktop Services (RDS) è attualmente un ruolo di Windows Server che consente agli utenti di interagire con applicazioni ospitate sui server e non sul proprio PC. Molte aziende utilizzano questo approccio per fornire accesso alle app ai lavoratori per determinate situazioni di lavoro remoto.‎
L’anno scorso, Microsoft, ha comunicato di essere al lavoro su un aggiornamento “Moderno” dei RDS, come spiegato in un Report di Microsoft Directions dal titolo ‎‎”gli aggiornamenti provenienti da Servizi Desktop remoto”‎‎ (accessibile solo agli utenti):

Remote Desktop Modern infrastructure (RDmi), previsto per la generale disponibilità nel tardo 2018, porterà cambiamenti a RDS che potrebbe renderlo più attraente per ospitare il relativo servizio in Azure, oltre ad offrire miglioramenti alla sicurezza e altri benefici.‎

‎Al momento, la pianificazione degli sforzi di Microsoft sulle modifiche sul RDS è ancora incompleta, rumors affermano che le nuove funzionalità RDS saranno rese disponibili nella versione semi-Annual sul canale Redstone 5/1809. In ogni caso, l’azienda non ha ancora condiviso pubblicamente informazioni specifiche al riguardo.‎

Da una fonte di ZDNet è apparsa l’esistenza di una nuova funzionalità di “multisessione” che potrebbe essere introdotta intorno al mese di ottobre 2018 come parte di Windows 10 “Redstone 5” / 1809. Si tratta di funzionalità per cui ‎l’azienda ha richiesto anche la collaborazione per un certo tempo di alcuni professionisti IT.
La settimana scorsa, la stessa Microsoft ha rilasciato un’‎‎anteprima di Windows Server 2019‎‎, aumentando le speculazioni su come Microsoft fornirà Servizi Desktop remoto in futuro. Tra l’altro Brian Madden, creatore di BrianMadden.com, ha verificato che il ‎‎ruolo RDSH (Host sessione Desktop remoto) non potrà essere installato su Windows Server 2019‎‎. Quest’ultimo ha affermato sul suo blog l’esistenza di rumors sull’aggiunta da parte di Microsoft di un’opzione multifinestra e multiutente a Windows 10:

In altre parole, Microsoft starebbe spostando i server terminali da Windows Server direttamente in Windows 10, se ciò accadesse sarebbe fantastico!

Microsoft offrirà delle opzioni multiple per garantire agli utenti l’accesso remoto al desktop e alle app di Windows 10. Gli utenti Windows 10 Enterprise continueranno ad avere la possibilità di eseguire una singola sessione virtuale di Windows 10. In aggiunta gli utenti che vogliono garantire l’accesso remoto alle app da parte di una cerchia di utenti potranno farlo in modalità Windows 10 Multi Session, anziché dovendosi collegare tramite Windows Server.
Queste nuove potenzialità Multi Sessione di Windows 10 si prevede potrebbero funzionare sia con le app UWP che Win32 oltre che con il browser Microsoft Edge. Probabilmente Microsoft potrebbe includere questa nuova funzionalità insieme alle nuove app di Office 365, come pacchetto aggiuntivo per le aziende. Non essendo ancora noti i tempi ed i prezzi di rilascio delle licenze per questa nuova funzionalità restiamo in attesa di aggiornarvi con notizie ufficiali in merito.

Cosa ne pensate delle prossime funzionalità multi sessione di Windows 10? Diteci la vostra opinione nei commenti!

Articolo di Windows Blog Italia
Fonte | ZDNet

author
Author: 

    Leave a reply "Supporto accesso remoto multiplo a desktop e app in arrivo con Redstone 5"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: