Tavolo Roma, il rilancio della Capitale tra digitale, smart mobility ed efficienza energetica

Si è tenuto ieri il tavolo di lavoro tra il Ministero dello Sviluppo economico e la Città di Roma. Diciannove i progetti da attuare immediatamente o di particolare interesse strategico che saranno inseriti nella prima tranche di azioni di rilancio previste dal Piano industriale per Roma “Sviluppo Capitale”.

 

L’iniziativa, che è stata presentata dal “Tavolo Roma” del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), Regione Lazio e Comune di Roma, riunito ieri per la seconda volta dopo l’incontro del 17 ottobre, è stata illustrata dal Ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi e dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

 

Complessivamente sono previsti 30 interventi, organizzati su 5 pilastri di rilancio produttivo della città: competitività e innovazione; energia e mobilità sostenibile; turismo; riqualificazione urbana ed una serie di interventi settoriali per favorire produzione e lavoro.

 

Un piano da 1.676 milioni di euro, per il periodo 2018-2022, da suddividere così: alla mobilità sostenibile e alla smart mobility andranno 242 milioni di euro, mentre 215 milioni di euro dovrebbero essere destinati all’efficienza energetica.

Altri 30 milioni di euro sarebbero stati individuati per l’industria creativa e più di 300 milioni per l’innovazione e le startup digitali. Anche nel settore aerospaziale dovrebbero arrivare nuove risorse per 30 – 50 milioni di euro, mentre al turismo 4.0 dovrebbero spettare circa 10 milioni di euro e alla riqualificazione urbana 260 milioni di euro (a cui vanno aggiunti i 250 milioni per la riqualificazione degli edifici scolastici).

 

Per quanto riguarda i servizi digitali alle imprese, gli obiettivi sono: consentire piena accessibilità informatica ai documenti dell’attività di impresa gestiti dal Comune; velocizzare le pratiche autorizzative aprendo all’interoperabilità con altre piattaforme nazionali (Registro delle Imprese – Camera di Commercio).

Saranno circa 300.000 gli imprenditori con aziende localizzata a Roma che avranno accesso al set di informazioni presenti nel “cassetto digitale, come i colleghi di altri 3.500 comuni italiani (SUAP Camerale).

 

Per quanto riguarda la mobilità intelligente e a basso impatto ambientale, sono numerose le azioni previste, tra cui: l’acquisto di 520 nuovi autobus a basso impatto ambientale (purtroppo la maggioranza diesel E6, ma anche metano e ibridi); potenziamento ITS con priorità semaforica, big data e varchi per controllo accesso corsie preferenziali; potenziamento del car sharing nelle zone periferiche e del servizio di van sharing; realizzazione nodi di scambio per potenziare intermodalità pubblico-privata; realizzazione di nuove linee per ridurre l’utilizzo di veicoli privati; diminuzione degli spostamenti in città attraverso veicoli privati; riduzioni delle emissioni inquinanti; miglioramento livelli di servizio grazie a nuovi mezzi, manutenzione smart e intelligent transport system; servizi innovativi verso i clienti e sviluppo di soluzioni di smart ticketing.

 

All’incontro hanno preso parte anche a Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il Prefetto di Roma Paola Basilone, l’Amministratore Delegato di Cassa Depositi e Prestiti Fabio Gallia, il Presidente di Istituto Luce Roberto Cicutto e i rappresentanti dei sindacati.

 

Come spiegato in una nota del Mise, la terza riunione della Cabina di regia di Sviluppo Capitale si svolgerà fra un mese, per presentare i restanti 11 progetti di sviluppo su cui stanno lavorando i Gruppi Tecnici e rendere strutturale il “Tavolo Roma”.

 

 

The post Tavolo Roma, il rilancio della Capitale tra digitale, smart mobility ed efficienza energetica appeared first on Key4biz.

author
Author: 
    14 mila punti ricarica nel 2022
    14 mila punti ricarica nel 2022
    Presentato oggi all’Autodromo di Vallelunga il nuovo

    Leave a reply "Tavolo Roma, il rilancio della Capitale tra digitale, smart mobility ed efficienza energetica"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: