Xiaomi Mi A1 Recensione: L’Android One Che Stavamo Aspettando!

SEGUI il canale Telegram Offerte di YourLifeUpdated: sconti esclusivi su Amazon e Gearbest ogni giorno selezionati per te! 

Ecco la nostra recensione e prova completa di Xiaomi Mi A1

Abbiamo provato il nuovo smartphone Xiaomi Mi A1: ecco la nostra recensione completa

Finalmente siamo pronti per proporvi la recensione di Xiaomi Mi A1, il primo smartphone di Xiaomi a montare il sistema operativo Android One. Niente interfaccia personalizzata, niente MIUI, ma Android “puro” pensato e aggiornato direttamente da Google. Il tutto su un hardware niente male e proposto ad un prezzo super competitivo.

Vediamo pregi e difetti di questo smartphone nella recensione completa, partendo come sempre dalla scheda tecnica.

Scheda Tecnica

Confezione e contenuto

Forse un pò povera, ma visto il prezzo ci può stare: abbiamo lo smartphone e il caricabatterie in formato europeo da 10 watt (5V/2A) che carica il telefono in poco meno di due ore. Nient’altro.

Materiali, design, touch & feel

Come saprai, Xiaomi Mi A1 è praticamente identico allo Xiaomi Mi 5X, dal quale si differenzia per il solo sistema operativo.

Lato hardware, design e materiali, dunque, non ci sono differenze: il dispositivo ricorda vagamente iPhone 7, soprattutto nel retro. Ad alcuni piace, ad altri no. Resta il fatto che la qualità costruttiva è impeccabile, così come l’assemblaggio risulta solido e curato. Un telefono davvero ben fatto dal look pulito ed elegante. Peccato che sia un pò scivoloso: meglio proteggerlo con una cover.

Sul retro, a differenza di iPhone, troviamo anche il sensore per le impronte digitali. Peccato che lo smartphone non sia resistente all’acqua, sarebbe stato davvero un bel plus.

Frontalmente abbiamo uno schermo da 5.5 pollici FullHD, protetto da Gorilla Glass 3, con tasti di navigazione capacitivi. Niente di nuovo sotto al sole, ma tutto ampiamente collaudato e convincente. Peccato non si possa cambiare/personalizzare l’ordine dei tasti capacitivi, che comunque sono retro-illuminati.

Display

Lo schermo è un pannello LCD decisamente buono per questa fascia prezzo: ha ottimi angoli di visuale, una luminosità ottima, buon contrasto, saturazione e si legge bene sotto al sole.

Di nuovo, a 200 euro non si poteva davvero chiedere di più. E funziona anche meglio di schermi che ho trovato su smartphone più cari.

La luminosità automatica è un pò pigra, ma niente di grave.

Il vetro anteriore è leggermente stondato grazie al design 2.5D che permette di farlo integrare meglio con la scocca.

Hardware, processore e memoria

L’hardware di questo Mi A1 non è sicuramente al top, ma senza dubbio è uno dei migliori compromessi tra prestazioni e prezzo dello smartphone.

Segnalo prima di tutto che è presente la famosa banda 20 per l’LTE, un aspetto molto importante per gli utenti italiani che hanno Wind.

Detto questo, per il resto abbiamo l’ottimo processore Snapdragon 625 octa core da 2 GHz con GPU Adreno 506, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile con una microSD. Potremo scegliere se usare la MicroSD per espandere la memoria o se inserire una seconda SIM per le chiamate.

Non male anche la connettività: LTE 300 Mbps, Wi-Fi a doppia banda, Bluetooth 4.2, GPS assistito e porta ad infrarossi. Manca purtroppo l’NFC, mentre è normale l’assenza della radio FM. Lo speaker posizionato in basso suona davvero bene e fa egregiamente il suo lavoro. Da apprezzare anche la presenza di un connettore USB Type C, non scontata in questa fascia di prezzo.

Batteria

Con una batteria da 3080mAh e un processore poco energivoro come lo Snapdragon 625 chip, questo smartphone copre tranquillamente una giornata di uso intenso e arriva a sera con almeno il 20% di batteria residua. Con uso attento si arriva anche con il 30% di autonomia dopo un giorno lavorativo. Ottima!

Parlando di numeri, si possono fare anche 6 ore di schermo attivo.

Da notare che manca il supporto a Quick Charge di Qualcomm: la batteria si carica in 2 ore circa.

Software ed ecosistema

Il principale vantaggio di questo smartphone è indubbiamente rappresentato dalla presenza di Android Stock, aggiornato a Nougat 7.1.2. 

Xiaomi non ha personalizzato in alcun modo lo smartphone e non ha caricato nessuna app, così come non ha installato la sua interfaccia personalizzata MIUI. Ci sarà comunque la possibilità di scaricare le app Xiaomi in fase di configurazione iniziale, ma sarà una scelta dell’utente.

Essendo uno smartphone Android One, offre la stessa esperienza d’uso dei dispositivi Nexus e Pixel di Google: Android originale, come Google l’ha voluto. L’unico intervento di Xiaomi è per la fotocamera: essendo una dual camera ancora non supportata al 100% da Google, l’azienda cinese è intervenuta per configurarla al meglio lato software.

Gli aggiornamenti software, al contrario degli altri Android One, arrivano da Xiaomi e non direttamente da Google (proprio per il discorso fotocamera di cui abbiamo appena parlato), ma l’azienda ha promesso update immediati ed effettivamente ha già rilasciato le patch di sicurezza di Settembre, mentre quelle di Ottobre sono in arrivo.

Essendo Android Originale, non ci sono quindi funzioni particolari da segnalare. Tutto scorre fluido e veloce, senza blocchi o rallentamenti, come ci si aspetta da una versione pulita del sistema operativo. Segnalo comunque la gestione del multitasking davvero ottimale anche utilizzando due applicazioni contemporaneamente in modalità multi-finestra. Da notare che grazie all’hardware potente e al software leggero è possibile utilizzare giochi con grafica 3D con un framerate elevato.

Reparto telefonico e audio

Come già anticipato, c’è la banda 20. La ricezione è nella media e il volume in vivavoce è abbastanza alto.

Rispetto all’interfaccia classica Xiaomi, però, peggiora la gestione delle 2 SIM, visto che mancano le suonerie differenziate e altre opzioni che abbiamo da sempre grazie alla MIUI. Niente di grave comunque, visto che quasi tutti useranno lo spazio dedicato per la MicroSD e non per la seconda SIM.

Foto e video

Molto interessante il comparto fotocamera, che vanta 2 sensori da 12MP sul retro (come su Xiaomi Mi 6). Le prestazioni della fotocamera sono davvero ottime, anche se inferiori a Mi 6 a causa del differente ISP (meno potente, ovviamente, per potere tenere basso il prezzo del dispositivo).

La lente posteriore principale da 12MP ha apertura f/2.2 25mm, mentre la seconda, sempre da 12MP, è zoomata 50mm con apertura f/2.6. Questa configurazione permette allo smartphone non solo di scattare immagini con uno zoom 2X in stile iPhone, ma anche di catturare le famose immagini “portrait” con sfondo sfuocato ed effetto bokeh in stile reflex.

In generale la qualità fotografica non è affatto male, soprattutto considerando il prezzo dello smartphone, ma sicuramente non è paragonabile ai top di gamma. Le prestazioni sono migliori di Redmi Note 4, giusto per fare un confronto. L’HDR è davvero molto efficace. Veloce, anche se non ai livelli dei top di gamma, la messa a fuoco.

Con buone condizioni di luce le foto sono davvero molto valide, mentre va rivista la qualità al buio e di notte, dove compare un pò troppo rumore. Anche la modalità Portrait si può usare solo con buona illuminazione.

Nella media la fotocamera frontale da 5 megapixel ƒ/2.0 e i video, che vengono registrati in 4K a 30fps.

Giudizio finale

Sicuramente in questa fascia prezzo la competizione è forte, ma Xiaomi Mi A1 rappresenta una delle migliori scelte, soprattutto perché offre prestazioni ottime, un prezzo competitivo e aggiornamenti quasi immediati da Google.

Mentre altri produttori nella fascia 200 euro rischiano di abbandonare a sé stessi gli smartphone, questo Xiaomi Mi A1 sarà sicuramente aggiornato lato software per i prossimi mesi e sarà tra i primi al mondo a ricevere l’update ad Android Oreo 8.0. 

E non dimentichiamo che è bello, ben assemblato, elegante, fluido e scattante e comunque scatta foto di buona qualità.

Non è perfetto, ma in generale nella fascia 200 euro è difficile trovare di meglio. E senza alcun dubbio è il miglior smartphone Android One oggi disponibile. 

Xiaomi Mi A1 Miglior Prezzo Gearbest

Su Gearbest lo smartphone si trova a meno di 200 euro, soprattutto se approfitti dei codici sconto che pubblichiamo sul nostro canale Telegram ogni giorno

>>> COMPRALO SU GEARBEST AL PREZZO PIU BASSO <<<

LEGGI ANCHE


Non perdere nessuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito! Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale:
author
Author: 
    I 6 Migliori Dialer per Android
    I 6 Migliori Dialer per Android
    Migliori Dialer per Android per dare una

    Leave a reply "Xiaomi Mi A1 Recensione: L’Android One Che Stavamo Aspettando!"

    Must read×

    Top
    %d bloggers like this: